E’ LA STESSA SOCIETA’ DELLA CONVENZIONE CON ATM – TORINO: Conti Gtt, 9 manager indagati per falso bilancio. Contestato un falso di venti milioni di euro relativo al Bilancio 2015

25 ottobre 2017 Inchieste/Giudiziaria

Falso in bilancio. Questa l’accusa che la procura di Torino contesta a nove manager di Gtt e alla società in qualità di ente giuridico. In mattinata il pm Ciro Santoriello ha disposto la notifica dell’avviso di garanzia. Il magistrato contesta un falso di venti milioni di euro relativo al Bilancio 2015. Si tratta degli interessi rivalutati sui crediti che Gtt vantava con il Comune e l’Agenzia per la mobilità.

Nei guai, oltre al presidente di Gtt Walter Ceresa, ci sono il direttore legale Gabriele Bonfanti e il manager Claudio Conforti, i due membri del Cda Elisabetta Bove e Gianmarco Montanari, il presidente dei revisori dei conti Piero De Lorenzi e i sindaci Mariangela Brunero, Stefano Rigon e Gino Marzari. Il pm ha anche individuato come responsabile la società in base al decreto legislativo 231 del 2001.

L’inchiesta era partita nell’estate del 2016 a seguito di un esposto della minoranza in consiglio comunale che aveva evidenziato dei disallineamenti tra il bilancio di Gtt e quello del Comune di Torino. In una prima fase l’indagine della guardia di finanza aveva preso in esame i bilanci dal 2013 al 2015.