TEATRO: GIULIA RAMIRES E FRANCESCA PUGLISI. GIOVANI ATTRICI ALLA RIBALTA NAZIONALE

25 ottobre 2017 Culture

di Sergio Di Giacomo – Giovani attrici messinesi si stanno affermando a livello nazionale e internazionale: insieme al “caso” di Irene Muscarà, attiva con successo nel mondo teatrale e televisivo russo (è stata protagonista di un’installazione alla mostra su Giosetta Fioroni al Mmoma di Mosca), è il momento di Giulia Ramires, impegnata a Marsiglia nel campo del teatro-danza, che ha preso parte, come “figurazione speciale”, a uno dei film di maggiore successo internazionale dello scorso anno, Young Pope di Sorrentino.Vanta anche una partecipazione alla puntata di “Super Quark” dedicata alla Firenze medicea, oltre alla partecipazione a due film girati in Francia e in Sicilia, in uscita, fra cui uno diretto dal messinese Eros Salonia. Film girati tra la Calabria e alcuni set anche nella sua Messina: “I paesaggi messinesi, siciliani sono idilliaci. Durante il film ho scoperto luoghi incredibili colmi di fascino e storia, li porto sempre con me. Ho fotografato quei luoghi nella mia mente. Forse anche per questo ho scelto Marsiglia come città perché è simile a Messina”, osserva la giovane attrice peloritana.

Formatasi tra Messina (con i corsi di danza classica della Prioli e un corso scolastico di cinema con Calogero) e Roma (corsi di modern-jazz, prosa, recitazione in versi; teatro-fisico; critica e tecnica cinematografica al Dams di Roma Tre), la Ramires si è laureata in storia dell’arte moderna all’Università di Roma Tre. A teatro lo scorso anno ha preso parte alla messa in scena del musical La buona novella (teatro La Garbatella), allo spettacolo Green X (teatro Hamlet di Roma) ed è stata la danzatrice performance di una lettura tratta dal “Gabbiano Livingstone” presso l’Ecole de la deuxieme chance di Marsiglia. A Messina è stata protagonista della lettura “danzata” del “Viaggio in Italia” di Goethe. Di recente ha collaborato al laboratorio di teatro al carcere romano di Rebibbia.

A Milano (dove si segnala il “Campo teatrale” di Roberta Ursino) è attiva come attrice, autrice e formatrice Francesca Puglisi, di origini messinesi, diplomatasi al Piccolo di Milano (come altri colleghi messinesi quali Bongiovanni, Fiorino, Panarello, Campolo), vanta specializzazioni nel settore della commedia, del cabaret, della recitazione comica, improvvisazione vocale, danza contemporanea e un praticantato in doppiaggio. Nella città meneghina la Puglisi ha preso parte, (da attrice, o autrice, o curatrice), a diversi spettacoli teatrali, tra cui il recente Cca nisciuno e fisso (di cui coautrice con A.Faiella), premio nazionale al Teatro della Cooperativa, Il Rione di Annibale Ruccello, Divine parole (al teatro studio Melato); ai progetti del “Piccolo”, come lo spettacolo itinerante dietro le quinte “l’Arlecchina”, “Benvenuti al Chiostro” (racconto dei restauri e dell’arte del Chiostro del Piccolo) e il laboratorio-spettacolo “Benvenuti al Grassi“ (al seguito del celebre Arlecchino servo dei due Padroni di Strelher, di cui è coprotagonista da decenni l’attore messinese Giorgio Bongiovanni). E’ stata Titania nel “Sogno” shakesperiano con la supervisione di Preziosi. Cura il Laboratorio permanente per bambini e ragazzi del reparto pediatrico Malattie infettive dell’Ospedale “Luigi Sacco” di Milano, laboratori teatrali d’impresa, corsi formativi per insegnanti, letture di libri e video web.