Il sindaco Renato Accorinti: ‘Genovese jr 17 mila voti? Non lo conosce nessuno…’. La replica: “Voti guadagnati sul campo”

7 novembre 2017 Cronaca di Messina

FIRENZE – Il figlio di Francantonio Genovese, Luigi, record di preferenze per Forza Italia a Messina con oltre 17 mila voti alle regionali di domenica? “Ho visto cose che voi umani…”. Così, da Firenze, dove si trova per partecipare alla convention dei sindaci Unity in diversity, il sindaco ‘no global’ di Messina, Renato Accorinti ha commentato il dato con i giornalisti.

“Il figlio di Genovese ha 21 anni, e io, che non ho nulla contro di lui, ci mancherebbe, non conosco il volto di questo ragazzo. Un giovane che non ha fatto un giorno di politica in città, non lo conosce nessuno: ma ha preso più voti di tutti i candidati siciliani, tutti. Com’è possibile? Eh, io ho visto cose che voi umani… Non lo potete immaginare, no”, dice ancora.

Parlando del padre di Luigi, Accorinti ha detto che “Genovese era del Pd: ha tre processi, in uno già gli hanno dato in primo grado 11 anni, al cognato 6, alle due mogli 5. Ha avuto 2 anni agli arresti domiciliari, 7 mesi di carcere. Esce, e passa dal Pd a Forza Italia. Poi chiede ai suoi consiglieri comunali, del Pd, di passare dall’altro lato. In 10 lo fanno”.

Poi su Messina: “Io la paragono al Sudamerica – spiega -: è una città sudamericana, c’è un controllo totale, tra massoneria e mafia. La mia elezione è stata molto più che un’anomalia: con una lista singola al ballottaggio ho vinto chi aveva già preso il 49,94% al primo turno. In pratica è come se fai al salto in lungo uno stacco di 50 metri”.

Immediata la replica di Luigi Genovese, il più giovane deputato eletto nel Parlamento siciliano, ospite di “Un Giorno da Pecora” su Rai Radio1: “I voti sono stati dati a me, me li sono guadagnati sul campo conoscendo tanta gente e coinvolgendo i giovani che sono estranei alla politica”.

“Lei conosce – hanno scherzato i conduttori – tutti quelli che l’hanno votata?”. Genovese jr ha risposto: “Penso di sì, anche perché voi mi insegnate che per prendere tante preferenze bisogna conoscere almeno il doppio delle persone. Ho solo la tessera di Fi, prima non ne ho avute altre. Prima di queste elezioni ho votato solo per Gianfranco Micciché alle europee”. Infine, su Berlusconi: “Silvio è un sole che illumina, come dimostra la sua ‘discesa in campo’ in Sicilia”.