OPERAZIONE PATHOLOGY, INTERDIZIONE REVOCATA ALLA DOTTORESSA MARIANNA FARACI

NELLA FOTO IL PROCURATORE CAPO DI PATTI ROSA RAFFA

di Giuseppe Romeo – Una settimana dopo l’esecuzione delle 33 misure cautelari nell’ambito dell’operazione ‘Pathology’ sulle truffe all’Inps nelle cause per il riconoscimento dei benefici previdenziali al tribunale di Patti, arrivano alcuni provvedimenti di mitigazione delle misure cautelari dal Gip. Dopo quello a favore di Anna Ricciardi, che dal carcere di Gazzi è stata trasferita ai domiciliari, anche per una dei medici coinvolti nell’inchiesta e sospesi dalle funzioni arriva l’attenuazione della misura. Si tratta della dott. Marianna Faraci, indagata per aver ricoperto l’incarico di consulente tecnico d’ufficio in alcuni dei procedimenti sospetti presso la sezione previdenziale del tribunale di Patti oggetto del fascicolo d’inchiesta. Alla Faraci, specialista in ginecologia, è stata revocata l’interdizione pe un anno dalle funzioni e può dunque tornare ad esercitare tanto come libera professionista quanto come medico ospedaliero in servizio al nosocomio di Sant’Agata. L’istanza del difensore della donna, avv. Claudio Galina Montana, è stata accolta dal gip Eugenio Aliquò che ha mantenuto a suo carico solo la sospensione dall’albo dei consulenti tecnici del tribunale dal quale, comunque, la specialista ha già formalizzato le dimissioni. Lunedì 18 si discuterà la posizione del medico Franco Piscitello, ristretto in carcere. Rassegnaweb da Gazzetta del Sud

Nessun Commento

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register