Ponte sullo Stretto, il governo Musumeci rimette in campo il progetto: “Entro 2023 la prima pietra”

3 febbraio 2018 Cronaca di Messina

Il Ponte sullo Stretto, si sa, è un caposaldo del centrodestra dai tempi del governo Berlusconi. Non a caso durante i governi azzurri sono stati spesi decine di milioni di euro per società e progetti al momento rimasti sulla carta. E adesso, con il centrodestra al governo della Regione, il progetto torna d’attualità. “Entro il 2023, alla fine dell’attuale legislatura, il governo regionale si propone di porre la prima pietra del ponte di Messina. La giunta di Governo ha già parlato con le società di traghettamento e gli amministratori di Ferrovie e Anas e nessuno si è opposto, così come è prevedibile non si opporrà il successore del ministro Delrio nel nuovo governo”. Ad affermarlo all’Ansa l’assessore alla Infrastrutture della Regione Siciliana Marco Falcone, a conclusione del convegno “Per una svolta dei Trasporti in Sicilia: analisi economiche e scelte modali” svoltosi a Palermo.