L’INCHIESTA SUL FALLIMENTO DE “IL DETECTIVE”: ASSOLTO EX RAPPRESENTANTE LEGALE EMANUELE GALIZIA

4 febbraio 2018 Inchieste/Giudiziaria

Processo “Il Detective”: nuova puntata. Il Tribunale monocratico, composto dal giudice Maria Giuseppa Scolaro ha assolto l’ispettore Emanuele Corrado Galizia, 64 anni, nato a Noto ma residente a Messina, accusato di aver omesso di versare oltre 500.000 euro inerenti Iva e ritenute d’acconto. Nell’ambito dello stesso procedimento la Guardia di Finanza su ordinanza del gip aveva disposto il sequestro preventivo per equivalente finalizzato alla confisca di oltre 580.000 euro, tra conti correnti e immobili di proprietà di Galizia, difeso dall’avvocato Nino Cacia. La procura aveva chiesto una condanna a 3 anni di reclusione. La difesa ha documentato non solo la linearietà del comportamento dell’amministratore ma anche il suo vano tentativo di salvare l’azienda, poi fallita nel 2013. “Il fatto non costituisce reato”, questa la formula con cui l’imputato è stato scagionato da due capi d’imputazione (A e B), mentre per un’altra accusa (capo C), assoluzione “perché il fatto non sussiste”.