MESSINA. LIBERI E UGUALI SI PRESENTA ALLA CITTA’: IL VIDEO DEGLI INTERVENTI DI GABRIELE SIRACUSANO E MARIA FLAVIA TIMBRO. “UNA RISPOSTA A CHI NON NE HA PIU'”

9 febbraio 2018 Cronaca di Messina

Posted by Enrico Di Giacomo on Friday, February 9, 2018

Si è svolta questa mattina nel Comitato Elettorale di Messina di via Garibaldi la conferenza stampa di presentazione di candidati e programmi di “Liberi e Uguali con Pietro Grasso” per le prossime elezioni politiche.
Sono intervenuti Guglielmo Epifani (Capolista alla Camera Proporzionale – Collegio Messina-Enna), insieme con i candidati del territorio Maria Flavia Timbro e Alessandra Minniti; Franca Antoci (Capolista al Senato Proporzionale – Collegio Sicilia Orientale) insieme con i candidati Leo Micali e Sebastiano Occhino; Gabriele Siracusano (Candidato alla Camera – Collegio Uninominale di Messina), Francesca Pietropaolo (Candidato alla Camera – Collegio Uninominale di Barcellona) e Gaetano Tirrito (Candidato alla Senato – Collegio Uninominale di Messina).

“A Messina l’Università si è traformata. Da luogo del sapere è diventato il luogo del potere.” Così esordisce Gabriele Siracusano, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Messina, che non risparmia una stoccata all’ex-Rettore dell’Università di Messina, Pietro Navarra, suo diretto avversario nella sfida all’uninominale.
“Alla città non serve un altro luogo di potere che si ponga come unico protettore degli interessi della classe media. Usare l’università come uno strumento di potere è danno per la città – sostiene Gabriele Siracusano. Io sono un imprenditore libero, di sinistra, che non vuole nulla e non chiede nulla in cambio alla politica. Sono convinto che la politica debba sforzarsi di sostenere i giovani. Loro non sono il futuro, sono il presente del nostro Paese. Sostenerli significa semplificare le procedure, investire sulla formazione e sull’innovazione. Liberi e Uguali si rivolge alle fasce deboli e a quella classe media che negli ultimi dieci anni è stata fortemente penalizzata dalla crisi economica. A loro la politca deve fornire risposte e strumenti per risollevarsi. Infine, noi di Liberi e Uguali ci proponiamo come unico soggetto politco che vuole tradurre la Questione Meridionale in un’Occasione Meridionale, vogliamo trasformare il Sud in una forza trainante per tutto il Paese”.

Accanto a Gabriele Siracusano, Maria Flavia Timbro, candidata nel collegio uninominale di Messina, sostiene con forza la scelta di candidarsi in Liberi e Uguali. “Noi ci proponiamo come forza politica capace di dare una risposta concreta a quel 47% di siciliani che ha scelto di non votare alle elezioni regionali di novembre.” “Il nostro è il programma più innovativo e con questo vogliamo essere la voce di quei cittadini che non hanno più voce”, continua Timbro. “Io faccio parte di quella generazione che è stata travolta dalla crisi economica iniziata dieci anni fa, che ha impedito a molti di noi l’accesso al mondo del lavoro o ha aperto la strada a molteplici forme di precarietà per molti miei coetanei. Sono una giovane donna del Sud e di sinistra, e a loro intendo rivolgere il mio impegno politico.”