Sistema Siracusa, resta in carcere l’avvocato Giuseppe Calafiore. Respinta dal gip Vermiglio la richiesta di domiciliari

15 febbraio 2018 Inchieste/Giudiziaria

Resta in carcere l’avvocato Giuseppe Calafiore. Il Gip del tribunale di Messina, Maria Vermiglio, ha rigettato la richiesta dei legali Mario Fiaccavento e Alberto Gullino di sostituire la custodia cautelare in carcere con i domiciliari. I difensori di Calafiore hanno preso atto della decisione e confermato di voler ricorrere al tribunale del Riesame.

Stamattina, inoltre, l’avvocato Calafiore si è sottoposto al secondo interrogatorio di garanzia da parte del Gip di Roma, presente il solo difensore Fiaccavento, e al gip avrebbe risposto alle accuse contestategli.

Calafiore era stato sottoposto a oltre 7 ore di interrogatorio nel carcere di Piazza Lanza, a Catania, dove si trova rinchiuso da sabato scorso, giorno del ritorno da Dubai. Anche in quell’occasione aveva risposto alle domande specificando di essere tornato dal viaggio all’estero precedentemente organizzato proprio per chiarire la propria posizione.