Ponte Messina: Regione, opera fondamentale in contemporanea ad altre infrastrutture

22 febbraio 2018 Senza categoria

Una “importante apertura” per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina, opera che la Regione siciliana ritiene “fondamentale per garantire continuità territoriale e sviluppo all’isola e che va realizzata facendo contemporaneamente le altre infrastrutture di trasporto rapido e la viabilità delle aree interne, senza le quali il collegamento stabile tra le coste calabra e siciliana risulterebbe un’opera poco efficace rispetto all’investimento che richiede”. Così l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, intervenendo al Comitato di presidenza dell’Ance Sicilia, ha riferito i contenuti di un incontro svoltosi a Napoli con il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, l’ad di Rfi Maurizio Gentile e l’ad di Anas Gianni Vittorio Armani.

Falcone ha anche condiviso con l’Ance la necessità di sollecitare maggiormente a Roma l’attivazione dei fondi assegnati per opere pubbliche che l’isola attende da decenni e ha assicurato in proposito che è in corso un confronto serrato col governo nazionale per accelerare l’attuazione di tutte le azioni programmate, comprese quelle della delibera Cipe 54 del 2016 (Piano nazionale infrastrutture, 11,5 mld di fondi Fsc). L’assessore ha anche reso note le linee di azione avviate per la parte di competenza della Regione, che vanno dal pungolo alle stazioni appaltanti per rendere efficiente e accelerare la spesa dei fondi europei e nazionali disponibili e i pagamenti alle imprese, fino alla semplificazione del fondo di rotazione per i progetti che si sta rendendo ‘a sportello’ per i Comuni attraverso la pec, passando per l’emanazione di un bando tipo unico che eviti lungaggini nelle procedure di aggiudicazione delle opere.