VICENDA EDITORIALE CENTONOVE: GRAZIELLA LOMBARDO E ANDREA CECCIO SCELGONO IL RITO ABBREVIATO

26 febbraio 2018 Inchieste/Giudiziaria

Primo passaggio giovedì mattina davanti al gip Monica Marino per l’udienza preliminare sul caso dell’Editoriale Centonove srl, al centro di un’inchiesta dl sostituto procuratore Antonio Carchietti, per alcune ipotesi di bancarotta. Sono coinvolti il giornalista-editore Enzo Basso, Giuseppe Andrea Ceccio, Giuseppe Garufi, Francesco Pinizzotto e Graziella Lombardo che devono rispondere a vario titolo e con un grado diverso di responsabilità, dei reati di bancarotta fraudolenta (“impropria”), falso in bilancio e frode fiscale. Rispetto al quadro iniziale dell’inchiesta il sostituto Carchietti contesta una nuova ipotesi di bancarotta, legata al fallimento della ‘Eveneto scarl’, di cui devono rispondere Basso e Garufi. Hanno ufficializzato la scelta di essere giudicati con il rito abbreviato Lombardo e Ceccio, mentre tutti gli altri faranno conoscere il proprio orientamento rispetto alla scelta del giudizio abbreviato entro il 19 aprile, data di rinvio dell’udienza.