Morta al Policlinico dopo il cesareo, dieci indagati per il decesso di Lavinia Marano

È morta al Policlinico dopo aver dato alla luce il suo bimbo. Ora sono dieci i medici indagati per cui la procura di Messina chiederà il rinvio a giudizio. Le indagini condotte dal sostituto procuratore, Rosanna Casabona, sono arrivate a conclusione, erano tredici gli indagati, ma per tre il pm ha chiesto l’archiviazione. La donna, Lavinia Marano, 44 anni, cantante molto conosciuta in città, era stata ricoverata il 19 settembre del 2016 al Policlinico di Messina, dove aveva iniziato le stimolazioni. Il 22 i medici del reparto di ginecologia avevano poi optato per il cesareo.
Francesco, questo il nome del piccolo, è nato in perfette condizioni. Poche ore dopo però la donna ha avuto una forte emorragia, entrata in sala operatoria più volte, per Marano non c’è stato nulla da fare.

La richiesta di rinvio a giudizio è pronta per cinque medici in servizio a Ginecologia, un anestetista, tre ostetriche e un’infermiera.