MESSINA: CASO RUBY, UNA NUOVA CONDANNA PER ESTER FRAGATA

16 marzo 2018 Inchieste/Giudiziaria

Il giudice monocratico Calabrò ha condannato l’estetista messinese Ester Fragata a due anni per il reato di calunnia a danno di Karima El Marough, meglio conosciuta come Ruby. L’accusa le contestava la cosiddetta “calunnia di calunnia”, in seguito alla trasmissione degli atti da parte del tribunale per i minorenni di Messina, davanti al quale la Fragata aveva prodotto una querela per calunnia, poi archiviata, ma soltanto dopo essere stata rinviata a giudizio per induzione alla prostituzione minorile (reato per il quale è stata condannata) ai danni della marocchina. La Fragata, che era assistita dagli avvocati Nino Favazzo e Antonio Amata, è stata anche condannata a risarcire i danni alla parte civile, Ruby, rappresentata dall’avvocato Alessandro Billè. Rassegnaweb – Nuccio Anselmo da Gazzetta del Sud del 16 marzo