Verso le amministrative: Cambiamo Messina dal Basso, “Liste civiche per vincere? Sono lupi che si travestano d’agnello…”

21 marzo 2018 Cronaca di Messina

Prima Bramanti, ora Picciolo, da Forza Italia al PD, ormai tutti parlano del modello “liste civiche”, per vincere le elezioni. Quasi come se fosse un ricetta di cucina. Togli un simbolo, mettine un altro, e il gioco è fatto. Il lupo si traveste d’agnello, come nelle migliori fiabe.
Poi ci sono le “liste civiche” comitati elettorali. Nascono, e muoiono, per illudere la gente, il tempo di un’elezione. Cosa ne rimane il giorno dopo? Dove si suona il campanello?
Eppure non funziona così. Il civismo è una cosa seria. Fatta da mesi, anni, di lavoro in strada, con la gente, per la gente. Non con l’idea delle poltrone, ma del Bene Comune, indipendentemente dalle scadenze delle urne. Lo sforzo è immenso, ma viene ripagato. Non con gettoni o indennità, ma dall’affetto e dalla stima di tantissima gente comune.
Il movimento Cambiamo Messina dal Basso c’era, c’è e ci sarà anche domani.