Tangenti al Cas, obbligo di dimora per l’avvocato Polizzotto

24 marzo 2018 Inchieste/Giudiziaria

Il giudice per le indagini preliminari ha liberato dagli arresti domiciliari l’avvocato Stefano Polizzotto lo scorso 13 marzo nell’ambito dell’inchiesta su una presunta maxi tangente sui lavori della Siracusa-Gela appaltati dal Cas.

La decisione è arrivata dopo l’interrogatorio di garanzia, durante il quale il professionista si è difeso, parlando di consulenze legittime prestate per la Pachira &Patner, società che ha avuto un subappalto dalla Condotte, vincitrice dell’appalto bandito dal Consorzio.

Legittime – secondo il legale – anche le consulenze precedenti e in essere, prestate negli stessi anni, direttamente per il Consorzio.

Polizzotto, difeso dall’avvocato Vincenzo Lo Re, ha adesso l’obbligo di dimora a Palermo.

Il giudice ha motivato con “l’affievolimento delle esigenze cautelari” il provvedimento di revoca dei domiciliari.