MESSINA: “Quartieri sicuri”, la polizia setaccia Provinciale, Bisconte e Cataratti

25 marzo 2018 Cronaca di Messina

“Quartieri sicuri” non conosce soste, passati al setaccio Provinciale, Bisconte e Cataratti. Perquisizioni, sequestri, denunce, arresti tra le operazioni realizzate dalle “Volanti” della Questura di Messina con l’ausilio dei Reparti Prevenzione Crimine.

Sei sono le persone deferite in stato di libertà: una per il reato di guida senza patente di un ciclomotore privo, tra l’altro, di copertura assicurativa per il quale si è proceduto al sequestro; altra per minacce ai danni della povera madre alla quale con fare violento chiedeva insistentemente denaro; due per tentata estorsione ai danni di una giovane donna alla quale intimavano la consegno di un illegittimo compenso per l’attività di parcheggiatori abusivi relativamente alla quale venivano anche sottoposti a Daspo urbano; ancora due per lesioni aggravate e possesso abusivo di armi rintracciati grazie ad una serrata attività d’indagine che permetteva, sulla scorta delle testimonianze raccolte e delle immagini estrapolate dalle videocamere di sorveglianza, presenti nei luoghi interessati, di risalire anche alle vittime.

Uno il soggetto arrestato per produzione e detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio: trattasi di Lorenzo Marino, 26 anni, sottoposto a perquisizione personale e domiciliare che consentiva il ritrovamento di circa kg 1,5  di marijuana nonché all’interno di un armadio, opportunamente modificato, una serra finalizzata alla relativa produzione.

E non solo: 311 le persone identificate, 168 i veicoli controllati, 5 i verbali elevati per infrazioni al Codice della strada, 65 i controlli nei confronti di persone sottoposte a misure cautelari, 5 i veicoli sequestrati, 16 le perquisizioni eseguite.