Elezioni, Accorinti da Napoli spara a zero contro Genovese: “A Messina corruzione infinita”

26 maggio 2018 Politica

Un duro intervento quello del sindaco uscente di Messina Renato Accorinti a Napoli. Dopo aver raccontato l’esperienza di cinque anni il sindaco della città dello Stretto ha sparato a zero anche contro la famiglia Genovese: “Cinque anni fa abbiamo fatto un’esperienza straordinaria con una piccola lista civica, sfidando tutti i poteri forti in città. Messina è una città che ha più massonerie e più mafie in Italia. La mia è stata una scommessa a livello etico, contro una potenza mostruosa di corruzione infinita”. E, riferendosi a Francantonio Genovese (‘a ‘capo’ della Città, padrone dei traghetti, con più processi e una condanna a 11 anni di carcere’) e alla famiglia – ha detto il sindaco – “sono una vera associazione di stampo familiare”.