Messina, vertenza Unieuro. Filcams Cgil: “Lavoratori abbandonati dalle istituzioni”

30 maggio 2018 Politica

Il  segretario generale della Filcams-Cgil di Messina Francesco Lucchesi e le rappresentanze sindacali aziendali ieri hanno nuovamente incontrato i vertici del Gruppo Unieuro pronto a chiudere il punto vendita di Messina. La Filcams nel continuare a contestare la decisione della grande realtà commerciale dell’elettronica di abbandonare il territorio messinese, nell’ambito della procedura di mobilità avviata ha avanzato richieste ben precise all’azienda per i dipendenti rimasti dopo i trasferimenti di parte del personale in altre città. “Rispetto alla proposta iniziale dell’azienda – fa presente il segretario della Filcams, Lucchesi – su incentivi economici e impegni su ricollocazioni in nuove assunzioni nei territori siciliano e calabrese e possibilità di trasferimenti ieri abbiamo ottenuto  risposte in più ma chiediamo uno sforzo maggiore per dare respiro a questi lavoratori che saranno costretti a perdere il posto di lavoro”. La Filcams in questi mesi ha avviato una forte iniziativa sindacale ed ha proposto all’azienda che potrebbe continuare a investire in Sicilia soluzioni di spazi commerciali dove poter traslocare il punto vendita della zona sud della città sollecitando le istituzioni locali e la Regione a collaborare per scongiurare la perdita nel territorio messinese di un’importante realtà commerciale. “Constatiamo con rammarico l’assoluta assenza delle istituzioni in questa vertenza”, sottolinea Lucchesi.