Unione inquilini Messina: ecco i dati degli sfratti 2017 in Sicilia e in Provincia di Messina

8 Giugno 2018 Cronaca di Messina

Sono usciti i dati sugli sfratti forniti dal Ministero dell’Interno per l’anno 2017. Salta all’occhio un cospicuo aumento dei provvedimenti emessi rispetto all’anno 2016 per quanto riguarda la Regione Sicilia, in considerazione del fatto che i dati relativi alla provincia di Catania sono incompleti. Registriamo 3497 provvedimenti di sfratto all’interno della nostra Regione con un incremento del 47% rispetto all’anno precedente. Inquietanti anche i dati relativi alle richieste di esecuzione che ammontano a 8187 con una diminuzione virtuale, poiché manca Catania, del 3,43% e agli sfratti eseguiti che sono 1717 con una diminuzione uguale e nelle stesse condizioni dei dati relativi alle richieste di esecuzione.

Per quanto riguarda i dati sulla provincia di Messina registriamo un incremento del 6,29% dei provvedimenti di sfratto emessi che ammontano a circa 338. Le richieste di esecuzione sono 228 con un aumento del 17,53%. Gli sfratti eseguiti, che sono 101, vedono invece una diminuzione del 17,21%.

Questi dati non fanno altro che confermare quello che diciamo da anni, ovvero che la precarietà abitativa, aggravata dalla crisi economica che stiamo attraversando, non è considerabile un fenomeno emergenziale ma bensì strutturale a cui bisogna iniziare a dare risposte strutturate e concrete. Negli ultimi anni i dati, che comunque rimangono costanti, ci indicano anche i numeri sui quali programmare misure politiche efficaci che risolvano quantomeno il problema degli sfratti. Non è più accettabile che si faccia leva sul bisogno delle famiglie per alimentare una politica pseudo-assistenziale che spesso sfocia nel favoritismo dei pochi sui diritti di tutti.

Unione inquilini Messina

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione