Caduta di Vincenzo Nibali: non è colpa della moto ma del pubblico. Il ciclista lascia Tour de France

20 Luglio 2018 Sport

“Ho visto le facce dei medici quando abbiamo fatto le lastre e non lasciavano trasparire buoni segnali. Il dolore poi era molto fastidioso. I dottori parlavano in francese e non ho capito un granché all’inizio; poi abbiamo fatto la risonanza ed stata confermata la frattura alla vertebra”. È questo il commento del ciclista siciliano Vincenzo Nibali, in collegamento con Sky Sport, costretto ad abbandonare il Tour de France dopo l’incidente. “C’erano fumogeni e un po’ di tifosi in mezzo alla strada, credo che abbiano superato le barriere. Ero partito per stare dietro Froome poi sono finito per terra”, ha raccontato il campione di Messina. Una tesi confermata da diversi video, secondo i quali non sarebbe stata una moto della gendarmeria francese a far cadere Nibali ma una cinghia di una macchina fotografica di un tifoso che si sarebbe impigliata nei raggi della ruota posteriore.