Caduta di Vincenzo Nibali: non è colpa della moto ma del pubblico. Il ciclista lascia Tour de France

20 Luglio 2018 Sport

“Ho visto le facce dei medici quando abbiamo fatto le lastre e non lasciavano trasparire buoni segnali. Il dolore poi era molto fastidioso. I dottori parlavano in francese e non ho capito un granché all’inizio; poi abbiamo fatto la risonanza ed stata confermata la frattura alla vertebra”. È questo il commento del ciclista siciliano Vincenzo Nibali, in collegamento con Sky Sport, costretto ad abbandonare il Tour de France dopo l’incidente. “C’erano fumogeni e un po’ di tifosi in mezzo alla strada, credo che abbiano superato le barriere. Ero partito per stare dietro Froome poi sono finito per terra”, ha raccontato il campione di Messina. Una tesi confermata da diversi video, secondo i quali non sarebbe stata una moto della gendarmeria francese a far cadere Nibali ma una cinghia di una macchina fotografica di un tifoso che si sarebbe impigliata nei raggi della ruota posteriore.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione