Messina, precipita da un muretto: muore 43enne a Pace

1 agosto 2018 Cronaca di Messina

di EDG – Un uomo di 43 anni, Nicola Donato, è morto a Messina la scorsa notte, intorno all’una e trenta, dopo essere precipitato dal muro di un sottopasso dall’altezza di 5 metri a Pace. L’uomo, che lavorava come cameriere, aveva finito il suo turno alla Lega Navale e si era seduto su un muretto dietro alla chiesa di Grotte, che sporge su una scalinata che conduce ad un sottopassaggio, quando per motivi ancora da accertare è caduto indietro rovinando a terra. Personale del 118 ha tentato di rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Dalle prime testimonianze sembra che il Donato si sia fatto accompagnare fino alla propria auto, parcheggiata a pochi metri da dove è avvenuta la tragedia, perché non in condizioni ottimali (“sembrava barcollasse”). Una testimone infatti, che abita poco distante dal sottopasso, avrebbe visto con i propri occhi i momenti precedenti la tragedia. Donato in realtà non avrebbe avuto neanche il tempo di sedersi sul muretto ma sarebbe caduto all’indietro morendo sul colpo. Toccherà adesso ai carabinieri indagare sulla vicenda. E capire come mai chi lo ha accompagnato fino all’auto lo ha poi lasciato andare nonostante le condizioni di salute dell’uomo non fossero ottimali.