Oggi e domani il Capo Peloro Fest. Cinema, musica e arte sotto il Pilone

30 agosto 2018 Culture

Oggi e domani torna il Capo Peloro Fest. Obiettivi principali sono l’arricchimento culturale del territorio partendo dalle arti che nutrono l’amore per il bello, la valorizzazione del territorio e lo sviluppo economico grazie al richiamo della cittadinanza ed una sempre più massiccia affluenza alle attività proposte, la sensibilizzazione ed il rispetto dell’ambiente con puntuali interventi di bonifica delle aree interessate e l’installazione di zone attrezzate, la promozione delle attività rivolte ad un turismo sostenibile. #MYNAMEISPELORO è l’hashtag che sintetizza e richiama il CapoPeloro Fest sulle piattaforme social.

Due giorni di cinema, musica, arte e cultura che vedranno alternarsi sul grande palcoscenico nella spiaggia libera sotto il pilone, gli artisti più forti sul territorio siciliano ed una serie di interessanti iniziative che fanno ancora più ricca ed entusiasmante questa quarta edizione.

Numerosi appuntamenti con lo sguardo sempre rivolto al tema dominante di quest’anno: “Dalla terra al mare” che evoca la necessità di “Salvezza” che sia tutela della terra di origine nelle sue naturali bellezze o che sia approdo sicuro e speranza in un momento storico come quello che stiamo vivendo, non fa differenza. L’edizione 2018 del Capo Peloro Fest brilla ulteriormente per la presenza dei Kunsertu, storica band messinese attesissima sul palco il 30 agosto alle 21:30 come tappa del loro Mokarta Tour. Imperdibili tutti i punti del programma per la direzione artistica di Nello Cutugno e Paolo Alibrandi. Cinema sotto le stelle con la proiezione di due pellicole cinematografiche, “Cimena” con intervista al cast e “Sono tornato” diretto da Luca Miniero e scritto dallo stesso e da Nicola Guaglianone; la proiezione di un corto per la regia di Antonello Piccione dal titolo “Spada”; letture importanti e presentazioni con Gianmarco Orlando ed il suo “Tatato”, “Alla scoperta della città di Risa” di Grazia La Fauci, “Messaggio per una scimmia che si crede un’aquila” di Domenico Oteri e la pluripremiata grafich novel “Salvezza” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, edita da Feltrinelli Comics. Band siciliane fortissime ed artisti di livello: con Gianluca Montagna fronte Popup Market Sicily e Gianmarco Orlando, Shatta Gully e Ciccio Papalia, dagli affezionatissimi Ka Jah City ai Silver Bullets, ai Figli dell’Officina, i Tre Terzi, i Malarazza 100% Terrone, Intelaiatura Basimale, DJ set Papalia/Visual DJ Vincio e DJ set Dario Costa e Gianluca Montagna. Oggi, grazie al supporto delle Associaziomi EPS Young Minds & OSA Messina Student Chapters, con la presenza di giovani studenti e ricercatori dell’Università degli Studi di Messina e proposte di osservazioni astronomiche grazie a programmi di simulazione della volta celeste e telescopi sofisticati anche per i più piccoli. Una grande festa delle Arti ci attende in uno degli scenari mozzafiato in riva allo Stretto di Messina e non è possibile lasciarsela scappare.