Pesca illegale, sequestrati dalla Guardia Costiera 27 esemplari di tonno rosso

25 settembre 2018 Cronaca di Messina

Nell’ambito dell’attività volta al contrasto della pesca illegale del tonno rosso nonché del pesce sottomisura, in data 19 settembre 2018,  nelle acque antistanti il litorale di San Saba, i militari della motovedetta CP 734 hanno posto sotto sequestro 27 esemplari di tonno rosso (thunnus thynnis), elevando  a due pescatori sportivi sanzioni amministrative per un valore complessivo di € 4.000,00. Il prodotto ittico confiscato è stato sottoposto a visita da parte dei medici veterinari dell’ASP di Messina, e tutti gli esemplari, giudicati idonei al consumo umano, sono stati donati in beneficenza agli istituti caritatevoli  cittadini. Il valore economico del tonno rosso, aumentato considerevolmente nel corso degli ultimi anni a seguito dell’innalzamento della domanda sul mercato “globale”, ha comportato un eccesso di catture della risorsa che è quindi in forte sofferenza. Per questo motivo la pesca è consentita secondo un rigido sistema di controllo a favore di un numero ristretto di imbarcazioni in possesso delle quote di cattura ed in determinati periodi dell’anno. Le attività di controllo e vigilanza sulla filiera della pesca continueranno ininterrottamente al fine di tutelare le risorse ittiche e contrastare la pesca illegale.