MESSINA, VIOLENZE E MALTRATTAMENTI ALLA COMPAGNA. LA NOTA DEL LEGALE DEL FUNZIONARIO DELL’UNIVERSITA’ FINITO IN MANETTE, “CHIARIREMO OGNI ASPETTO DELLA VICENDA”

2 ottobre 2018 Inchieste/Giudiziaria

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’avvocato Nino Cacia che assiste l’uomo finito in manette questa mattina con le gravissime accuse di violenza sessuale, maltrattamenti contro familiari e conviventi e lesioni personali aggravate nei confronti della compagna con cui conviveva da dieci anni. 

“Il mio Assistito, funzionario dell’Università di Messina, ovviamente incensurato, contesta fermamente gli addebiti contenuti nell’ordinanza di massimo rigore notificatagli in data 1.10.18.

Domani mattina alle 9 è previsto l’interrogatorio in cui offriremo al giudice della cautela elementi di novità che potrebbero radicalmente mutare la complessiva prospettazione accusatoria, anche in tema di rivisitazione del quadro cautelare.

A tacer d’altro, sorprende la circostanza che la persona offesa, sentita più volte dalla pg e promotrice di una denuncia in data 31.08.18, abbia inteso riferire la presunta violenza sessuale subita nell’anno 2016, solo in data 16.9.2018.

Pari perplessità suscita il fatto che inverosimilmente dopo detta asserita violenza sia proseguita una regolare convivenza.

Vi è, da ultimo, una ulteriore singolarità: la predetta denuncia è coeva a plurime iniziative giudiziarie promosse dal mio Assistito nei confronti della denunciante”.

Avv. Cacia

 

LEGGI ANCHE:

I DETTAGLI DI UN INCUBO – Picchia la compagna con un batticarne: arrestato avvocato 52enne a Messina