Messina, Gioveni: “Gravi disservizi per gli alunni disabili”

8 ottobre 2018 Politica

“A Messina da quando è iniziato il corrente anno scolastico e, in particolare, dal 1 ottobre scorso, a seguito del maggior numero presente nelle classi di bambini diversamente abili (in particolare i soggetti con disturbi dello spettro autistico), la cooperativa sociale che gestisce per conto del Comune il servizio di assistenza alla comunicazione si è ritrovata costretta a ridurre le ore pro-capite per l’assistenza, in quanto le figure specializzate per questo prezioso servizio non possono superare da contratto le 20 ore settimanali, che quindi devono essere “spalmate” su più bambini!

Ne consegue che, mentre prima tutti i bambini autistici o diversamente abili in genere venivano seguiti per 6 ore al giorno, da quest’anno le ore giornaliere a loro dedicate sono state ridotte a 4, con l’immaginabile conseguenza di come questi piccoli impieghino le restanti ore scolastiche!

Parecchi genitori manifestano forte preoccupazione per questo disservizio, che certamente, oltre che sotto il profilo strettamente logistico, penalizza e rallenta il difficile percorso dell’apprendimento, della comunicazione e dell’integrazione di questi fragili ragazzini!”- è quanto dichiara il consigliere comunale Libero Gioveni che interroga il sindaco e l’assessore ai Servizi Sociali per sapere “come intendano porre rimedio a questo palese e grave disservizio nei confronti dei numerosi bambini in condizioni di disabilità fisica e psichica che frequentano le scuole dell’infanzia e quali azioni intendano porre in essere sulla gestione del servizio di assistenza alla comunicazione anche alla luce delle ultime allarmanti notizie sui futuri tagli nella gestione complessiva dei servizi sociali”.