La tenda della Pace, 35 “voci” contro la violenza a Piazza Duomo nel week end

17 ottobre 2018 Culture

La difesa del valore del pacifismo contro ogni forma di guerra e di violenza è il collante che ha fatto unire ben trentacinque associazioni del territorio Messinese, dando vita alla Tenda della Pace e della Non Violenza, la cui terza edizione si terrà nelle giornate del 19 e del 20 Ottobre a Piazza Duomo.

La presentazione dell’evento si è svolta  nella Sala Ovale del Comune di Messina, ed i principali rappresentanti hanno testimoniato come l’essere individui con ideali, culture e religiosità separate costituisca la loro vera forza; punti di vista diseguali ma con parti eguali per un obiettivo comune, esperienze diverse accumunate dalla medesima urgente preoccupazione sociale.

Queste due giornate saranno ricche di manifestazioni, appuntamenti e presentazioni di vario tipo, di forma e argomento eterogeneo ma dal medesimo cuore pulsante.

Si inizierà la mattina alle 9,00 incontrando le scuole, con teatrini e letture animate finalizzati a rendere i bambini fondamenta di un mondo futuro educato alla pace come quotidiana considerazione dell’altro; per poi continuare con convegni ed esibizioni fino alle 24,00.

Le riflessioni da fare non saranno poche. L’associazione Emergency si occuperà, da una parte, di sottolineare l’inutilità della guerra, massacro da cui nasce un ulteriore massacro, e la sua atrocità, togliendo la vita per il 7% ai militari ma per il 73% ai bambini e ai civili. E, dall’altra, di evidenziare il legame tra sanità, povertà e violenza; la creazione di un centro per malati cardiaci provenienti da 28 paesi, africani e non, e l’imminente costruzione di un nuovo ospedale di medicina pediatrica hanno avuto, infatti, un così grande successo e svolto un lavoro così efficiente e gratuito da riuscire a fermare anche gli scenari di violenza.

Ad essere argomentate saranno, ancora, la problematica della violenza nei confronti della nostra Terra, forse la più evidente e tangibile, non solo nel territorio messinese ma globalmente; la tematica della migrazione, da sempre legata all’idea di speranza, negli ultimi anni, invece, purtroppo, congiunta a quella della violenza; o ancora la sempre più pericolosa e preoccupante questione della violenza di genere, affrontata tramite dibattiti e rappresentazioni teatrali.

Sono tante e diverse le forme di violenza ma uno solo è il modo di combatterle: stringersi umanamente gli uni agli altri. E di fronte a questi tempi duri e drammatici la Tenda rappresenta un luogo simbolico di riparo, dove far dialogare voci diverse ma voci di Pace. È, quindi, testimonianza lampante che sebbene ci sia tanto ancora fare, e gli scenari non siano sempre positivi, non vi è forza più grande dell’umanità, capace di raggiungere sempre, come riteneva Martin Luther King, una delle figure ispiratrici dell’evento: «la soglia di una nuova alba».

Si ringraziano le associazioni aderenti all’evento:

Abarekà Nandree Onlus
Anymore Onlus
ARB c
Azione Cattolica Diocesana Messina Lipari e S.Lucia del Mela
Azione Cattolica “Pier Giorgio Frassati” Messina
Banca del tempo di Messina
Cambiamo Messina dal Basso
Centro Tao Messina
Chiesa Cristiana Avventista Messina
Comunità di S. Egidio Messina
Commissione Diocesana per l’ecumenismo e il dialogo
Compagnia delle Arti Visive
Comunità Islamica
CNGEI Messina
Coop. Il melograno – Centro Educativo Polifunzionale Fantavolando
EIMI
Emergency Messina
Euravia ONLUS
Fare Per Cambiare -Libera Associazione Giovanile-
Human
Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai
Italia Nostra Messina
L’altra- collettivo femminista intersezionale
La Comunità per lo sviluppo umano
Legambiente Messina
Lunaria
MEG movimento eucaristico giovanile
On Stage – accademia
Piccola comunità nuovi orizzonti
Puli-AMO Messina
SAE Segretariato Attività Ecumeniche Messina
Scuola di italiano per migranti Penny Wirton – Messina
Sostieni un Paziente a Distanza
Una famiglia per amico
Wind of Change