CMdB esprime solidarietà ad Accorinti e Ialacqua

4 Novembre 2018 Politica

In merito alle vicende riguardanti la discarica di Portella Arena, intendiamo esprimere vicinanza e solidarietà, a titolo personale e di tutto il Movimento Cambiamo Messina dal Basso, a Renato Accorinti e Daniele Ialacqua, destinatari in queste ore di un’informazione di garanzia, insieme ad altri, per presunte omissioni di atti dovuti.

In questi anni Renato e Daniele sono stati nostri importanti e stimati compagni di viaggio, durante una difficile quanto appassionante esperienza amministrativa, unica dal punto di vista politico ma anche umano, in cui si sono spesi sempre con il massimo impegno, grande passione e assoluta trasparenza. La stessa che hanno chiaramente dimostrato oggi rendendo pubblica, prima ancora che lo facessero i media, la propria condizione di indagati. Riprendendo alcune considerazioni esternate oggi, anche noi siamo consapevoli che l’informazione di garanzia sia un atto dovuto a tutela dei cittadini. Siamo sicuri che la Magistratura, nella quale riponiamo piena fiducia, chiarirà presto i contorni di questa vicenda.

Riteniamo che, dalla verifica da parte della procura, emergerà non solo la correttezza ma anche la validita’ e l’efficienza dell’azione amministrativa di Renato e Daniele.

Vittoria Faranda e Giovanni Pirrotta – Portavoce di CMdB

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione