MESSINA: PAPARDO, DONNA MUORE DOPO INTERVENTO. AVVISO DI GARANZIA PER 16 MEDICI

6 novembre 2018 Inchieste/Giudiziaria

E’ stata aperta un’inchiesta da parte della procura sul decesso, avvenuto al reparto di terapia intensiva dell’ospedale Papardo (foto) il 29 ottobre scorso, di un’anziana signora, Rosa Glorioso. I familiari della donna hanno presentato un esposto ai carabinieri, attraverso l’avvocato Tino Celi, allo scopo di individuare eventuali responsabilità da parte del personale sanitario. Il pubblico ministero Alessia Giorgianni ha intanto iscritto nel registro degli indagati 16 medici perché, avendo disposto un accertamento tecnico irripetibile relativo alle cause che hanno determinato la morte della povera Rosa Glorioso, deve essere consentito loro di essere assistiti. Ecco i loro nomi: Francesco Patanè, Fabrizio Sansone, Augusto Pellegrini, Umberto Maisano, Felice Cascio, Sergio Bartolomeo, Simone Perrotta, Fabrizio Ceresa, Alberto Clerici, Tanino Sutera, Paolo La paglia, Paolo Cardia, Antonia Mangano, Teresa Mazzola, Vincenzo Smedile e Preziosa Scordo. L’iscrizione nel registro degli indagati, è bene chiarirlo, è un atto dovuto in attesa che la posizione dei singoli medici venga chiarita nelle prossime settimane.

Gli uomini della Polizia giudiziaria hanno anche acquisito le cartelle cliniche della donna, deceduta a quanto sembra a causa di una infezione batterica. Ieri mattina è stato affidato dal magistrato l’incarico per l’autopsia e gli esami ai medici Maria Francesca Berlich e ad Eugenio Vinci.

La pensionata – secondo la ricostruzione degli investigatori – ha ricevuto le prime cure al Pronto soccorso dell’ospedale Piemonte giorno 23 settembre e da lì sarebbe stata trasferita d’urgenza al Papardo per essere sottoposta ad un intervento al cuore, con l’applicazione di tre bypass. Ma qualche giorno dopo l’operazione le condizioni della donna sarebbero peggiorate a causa di una infezione, entrando in coma fino al decesso del 29 ottobre scorso.