De Luca, resta a Messina il processo per evasione fiscale al Caf-Enapi

26 novembre 2018 Inchieste/Giudiziaria

Rimane a Messina il processo per l’evasione fiscale del Caf-Fenapi, che vede tra gli imputati il sindaco di Messina Cateno De Luca. Il giudice monocratico Simona Monforte ha infatti rigettato la richiesta di spostamento per incompetenza territoriale che era stata avanzata dai suoi difensori nei giorni scorsi.

La decisione è stata resa nota dal giudice all’udienza. All’istanza dei difensori si era opposto il pm Francesco Massara. Il processo, che si sarebbe dovuto aprire a giugno 2019, è stato anticipato su richiesta della Procura. Si torna in aula il 21 dicembre.