ILLUSTRATA OGGI A PALAZZO ZANCA DALL’AMMINISTRAZIONE DE LUCA L’INIZIATIVA “1908 – 2018. A 110 ANNI DAL SISMA DEL 28 DICEMBRE 05:21 PER NON DIMENTICARE”

3 dicembre 2018 Politica

Il sindaco Cateno De Luca, insieme all’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli ed all’esperto di Protezione Civile Antonio Rizzo, ha presentato stamani a Palazzo Zanca l’iniziativa “1908-2018. A 110 anni dal sisma di Messina”. Nel corso dell’incontro, cui hanno preso parte il dirigente della Protezione civile di Messina, Alfredo Biancuzzo, lo storico Franz Riccobono, padre Giovanni Lombardo dell’Arcidiocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela, rappresentanti dell’Università degli Studi, e di vari Enti, Istituzioni, Ordini professionali, Associazioni e Volontariato, sono state illustrate le iniziative che si svolgeranno da giovedì 27 a domenica 30 nelle sedi di Palazzo Zanca, dell’Università di Messina, del Teatro Vittorio Emanuele e del Museo Regionale. “Ringrazio l’attività di coordinamento dell’assessore Minutoli e dei vari funzionari che con la loro attività hanno permesso oggi di essere tutti attorno a questo tavolo – ha dichiarato il sindaco De Luca -. Le iniziative per i 110 anni dal terremoto non devono rappresentare soltanto una questione commemorativa e solidaristica per un tragico evento, ma l’occasione per ricordare le buone norme di comportamento della nostra comunità. E’ un calendario ricco di appuntamenti – ha concluso De Luca – frutto di una sinergia tra Enti, che hanno messo in campo risorse, uomini e mezzi per dare risalto e un doveroso tributo a tale evento”. “In occasione della celebrazione del 110° anniversario del terremoto di Messina e Reggio Calabria, – ha aggiunto Massimiliano Minutoli – il mio assessorato comunale alla Protezione Civile e il “Comitato Tecnico Organizzatore”, cui aderiscono l’Università degli Studi dei Messina, il Teatro Vittorio Emanuele, Enti, Istituzioni e Ordini professionali, hanno posto in essere l’organizzazione di variegate manifestazioni atte a mantenere viva la memoria storica di quel tragico giorno per contribuire ad affermare una maggiore consapevolezza dei rischi territoriali e quindi sia sui consequenziali comportamenti da tenere in emergenza da parte della popolazione sia sulla necessaria opera di resilienza e sicurezza da sviluppare nel sistema urbano”. Questa serie di eventi si concluderanno con uno spettacolo-galà di beneficenza “05:21 – Per non dimenticare”, il cui ricavato sarà devoluto alla Protezione Civile della Città di Messina per l’acquisto di attrezzature di prima emergenza. Lo spettacolo verrà realizzato dalla Compagnia “Marvan Dance Group” insieme alla “Orchestra Sinfonietta Messina”, per la regia di Valerio Vella. Sulle note delle colonne sonore del Maestro Ennio Morricone eseguite dal vivo dall’orchestra, un corpo di ballo rievocherà, tra suggestive proiezioni, le ultime ore di una “Messina com’era” prima del sisma, ivi compresa l’esecuzione del più suggestivo brano dell’Aida di Verdi che proprio la notte prima del terremoto nello stesso teatro Vittorio Emanuele fu portata in scena fino ad arrivare alle prime ore dell’arrivo dei soccorsi offerti ad una Messina disperata anche da parte dei marinai russi in una sfida di solidarietà internazionale. Qui si chiuderà la prima parte del concerto il cui seguito osserverà un programma più disteso che, seguendo il filo dell’opera morriconiana che ha reso il suo autore famoso in tutto il mondo e vincitore di due premi Oscar, vedrà eseguite in un riuscito ensemble di musica e danza le colonne sonore tratte dai seguenti film: La Leggenda del Pianista sull’Oceano, Nuovo Cinema Paradiso, Sacco e Vanzetti, C’era una Volta in America, Gli Intoccabili e altre ancora. All’evento è prevista la partecipazione delle massime autorità civili locali e regionali, della Protezione Civile Nazionale e Regionale, delle associazioni filantropiche quali Lions Club, Rotary, Kiwanis ed altre, delle associazioni musicali messinesi (AccadeAccademia Filarmonica, Vincenzo Bellini, Filarmonica Laudamo) e del volontariato. Messina ed il territorio dell’area dello Stretto sono stati colpiti in passato da importanti terremoti, a 110 anni dal terremoto distruttivo del 1908 il Comune di Messina, in collaborazione con il dipartimento della Protezione Civile Nazionale e Regionale, con l’INGV, con l’Università degli Studi di Messina, con la Prefettura, Enti, Istituzioni (Vigili del Fuoco, Esercito, Marina Militare, Guardia Costiera, Forze di Polizia), Ordini Professionali (Ingegneri, Architetti, Geologi), Collegi professionali, Associazioni di servizio e Volontariato, vuole ricordare il passato guardando al futuro attraverso il miglioramento sia dei comportamenti in emergenza della popolazione e sia della sicurezza del sistema urbano “per non dimenticare” e per contribuire a raggiungere maggiore consapevolezza e resilienza in un territorio molto fragile con iniziative di diffusione della cultura del rischio sismico. Il Comune di Messina pertanto ha organizzando una serie di convegni, mostre, eventi coordinati, nelle sedi di Palazzo Zanca “Salone delle Bandiere”, del Palacultura, dell’Università, del Teatro Vittorio Emanuele, del Museo Regionale e luoghi significativi della memoria storica.

Le iniziative si svolgeranno da giovedì 27 a domenica 30 e si svilupperanno anche nei mesi di gennaio e febbraio 2019. Di seguito il programma completo degli eventi.

GIOVEDÌ 27
Alle ore 19, al Teatro Vittorio Emanuele, la Banda della Brigata Meccanizzata “Aosta”, con l’esecuzione del brano musicale Aida di G. Verdi e bacchetta originale del M° esecutore dell’ultima rappresentazione del 27 dicembre 1908; momento della memoria; inaugurazione della mostra di foto pre e post terremoto; proiezioni video sopra portali di ingresso del Teatro: “5:21 Per non dimenticare”.
alle 20, nella Basilica Cattedrale, concerto “Armonie dello Spirito”
Esemble Corale: Cappella Musicale della Cattedrale di Messina, La Perosiana, Corale S. Nicolo’
Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria.

VENERDÌ 28

Alle 05.21, nelle case dei messinesi, l’associazione Cento Messinesi per Messina, “Una luce per ricordare”.

Alle 9.30, al Gran Camposanto Monumentale, la deposizione di una corona di fiori, offerta dalla Città di Messina in memoria degli oltre 80 mila morti, alla presenza del sindaco di Messina e della Città Metropolitana Cateno De Luca, del prefetto, delle istituzioni, associazioni, strutture operative della Protezione Civile e delle Forze Armate di stanza a Messina.

Alle 10.30, a piazza Don Fano – piazza della memoria (largo Risorgimento), l’omaggio floreale della Città di Messina davanti alla targa marmorea, inaugurata il 28 dicembre 2008, in occasione delle celebrazioni promosse per il Centenario del terremoto-maremoto del 1908.

Alle 11.30, largo della Marina Russa – Consolato Federazione Russa, la deposizione di una corona al Monumento dei Marinai Russi con un momento celebrativo sull’aiuto dei Marinai Russi alla cittadinanza messinese.

Alle 12, largo Minutoli “Monumento a Messina”, deposizione corona d’alloro dell’Arciconfraternita dei Catalani, dedicata alle vittime del terremoto.

Alle 15.00 – 19.30, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, prima parte del convegno “1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908”.
Dopo i saluti del sindaco Cateno De Luca; del prefetto Maria Carmela Librizzi; del presidente della Regione Siciliana Sebastiano Musumeci; dell’arcivescovo metropolita di Messina Mons. Giovanni Accolla; del rettore dell’Università Salvatore Cuzzocrea; del dirigente generale DRPC Sicilia Calogero Foti, il meeting sarà presentato dall’esperto del Sindaco per le attività di Protezione Civile Antonio Rizzo.
Alle 16, sono previsti gli interventi programmati dell’assessore comunale alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli e del dirigente DRPC – Servizio Messina Alfredo Biancuzzo; alle 16.30, per il settore “Ricerca Scientifica e Formazione”, relazioneranno Carlo Doglioni, presidente INGV; Giancarlo Neri del dipartimento Scienze della Terra–UNIME; Giovanni Falsone e Giuseppe Ricciardi del dipartimento Ingegneria – UNIME.
Alle 18, per il settore “Emergenza Logistica”, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Mario Falbo; il comandante della Brigata Aosta gen. Bruno Pisciotta; il comandante del Supporto Logistico della Marina Militare di Messina C.V. Giuseppe Catapano; ed il comandante della Capitaneria di Porto Messina C.V. Nazzareno Laganà.
Alle 19.45, per il settore “Emergenza Sanitaria”, il direttore C.O. 118 Messina Domenico Runci; il responsabile ASP 5 Messina Enzo Picciolo; il presidente AIMC Medicina delle Catastrofi Consolato Malara; e Francesco Rizzo direttore del dipartimento militare di Medicina Legale.
Alle 21, al Teatro Vittorio Emanuele, lo spettacolo “5:21 Per non dimenticare” 1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908

SABATO 29
Dalle 9 alle 13.30 nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, la seconda parte del convegno “1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908”.
Per il settore “Previsione, Pianificazione ed Emergenza”, i lavori si apriranno con gli interventi del vicesindaco e assessore all’Urbanistica Salvatore Mondello; e del geologo Biagio Privitera del servizio di Protezione Civile della Città metropolitana e componente SIGEA Sicilia.
Alle 9.30, per il settore “Prevenzione, Censimento Danni e Ricostruzione”, seguiranno le relazioni dell’Ingegnere Capo del Genio Civile Antonino Platania; dei presidenti degli ordini degli Ingegneri Francesco Triolo; degli architetti Giuseppe Falzea e dei Geologi Sicilia Giuseppe Collura.
Alle 10.30, per il settore “Assistenza alla Popolazione–Emergenza e Disabilità”, intervento dell’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore.
Alle 10.45, per il settore “Solidarietà Nazionale ed Internazionale”, il Console Onorario della Federazione Russa Nanni Ricevuto; Josè Gambino dell’Università di Messina; Franz Riccobono, esperto di Storia Patria; Enzo Caruso, direttore del Museo Storico delle Fortificazioni; e Daniele Macris, presidente della Comunità Ellenica di Messina.
Alle 11.45, per il settore “Beni Culturali ed Emergenza”, il soprintendente ai Beni Culturali ed Ambientali Orazio Micali; e la dirigente del Museo Regionale Caterina Di Giacomo.
Alle 12, il vescovo ausiliario dell’Arcidiocesi di Messina Mons. Cesare Di Pietro affronterà il tema “La Chiesa nella ricostruzione post sisma: Mons. Angelo Paino”.
Alle 12.15, per il settore “Volontariato”, il presidente della CRI Messina Dario Bagnato; Pietro Delia della Misericordie Messina; Guido Graffeo del Lions Messina Peloro “Programma Alert Team”.
Alle 12.45, per “l’Area dello Stretto e la gestione emergenza a 110 anni dal 1908”, il dirigente generale della Protezione Civile Regione Sicilia Calogero Foti.
Alle 13.15, la giornata di lavori si concluderà con l’intervento del capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borelli.
Alle 18, al Palacultura “Antonello da Messina”, sarà proiettato il docufilm “1908 / 2018 – Area dello Stretto di Messina”, a cura della BioiKa Production.

DOMENICA 30
Dalle 10 alle 12, al Gran Camposanto Monumentale, “Comitato Messina 908” – Memoria di 110 Nomi, visita guidata ai principali monumenti del Cimitero, progettato dal grande architetto messinese Leone Savoja (1814-1885).

ALTRI EVENTI (date da stabilire)
Dipartimento nazionale della Protezione Civile mostra itinerante sui “Terremoti in Italia” con la “Città Sismica” e la “Stanza Sismica” al Palacultura “Antonello da Messina”.
Esposizione di mezzi ed attrezzature del dipartimento Regionale Protezione Civile Regione Siciliana e della Città Metropolitana di Messina.
Mostra all’ex Ospedale Militare, oggi dipartimento Militare Medicina Legale delle strutture sanitarie e degli attendamenti militari adottati nel 1908.
Visite sulle Navi della Marina Militare e della Guardia Costiera ormeggiate nel porto di Messina.
Incontro e seminario di studio al Polo Regionale per i siti culturali di Messina–museo Interdisciplinare di Messina per visionare il complesso monumentale del Nettuno del Montorsoli, unica opera messinese posizionata su piastra isolata sismicamente.
Mostre presso: Biblioteca Regionale Universitaria di Messina, Biblioteca Comunale Tommaso Cannizzaro e Biblioteca Painiana Seminario Arcivescovile “S.Pio X”.
Visita al C.E.R.I.S.I., Centro di Eccellenza Ricerca e Innovazione Strutture ed Infrastrutture dell’Università di Messina sede di laboratori per prove speciali nell’ambito della ingegneria strutturale e sismica
Percorso urbano alla ricerca delle emergenze architettoniche monumentali post terremoto con il supporto di guide e tecnici specializzati ed in collaborazione con gli ordini professionali.
Uno spettacolo teatrale si terrà venerdì 11 gennaio 2019 alle 21 presso il Palacultura “Antonello da Messina” a cura dell’associazione AUSER dal titolo “Missina cc’era e … c’è” per ricordare la storia di Messina per conoscerla ed amarla.