Natale in Jazz. L’ex arbitro Pirrone sul palco assieme alle stelle del Jazz

3 dicembre 2018 Culture

E’ un regalo che Riccardo Pirrone, ex arbitro del campionato di calcio di serie A, innamorato del jazz e della musica, fa ogni anno alla propria città. Sotto l’albero di natale degli appassionati di musica e di jazz uno spettacolo destinato ad entrare nella storia: il Natale in Jazz di Riccardo Pirrone. L’artista messinese si esibirà assieme ad una parata di stelle che hanno accettato di venire a Messina perché ritengono la città dello Stretto una piazza di veri intenditori. Quest’anno il Crooner messinese, che ha lavorato per l’organizzazione della serata in collaborazione con la Fondazione The Brass Group, ospiterà la più antica e blasonata Big Band Italiana: l’Orchestra Jazz Siciliana” diretta da Domenico Riina. Ma non è tutto. Reduci da successi internazionali e da trasmissioni televisive importanti arriveranno artisti di indubbia capacità interpretativa. Special Guest saranno Giuseppe Milici (Armonica) e Lucy Garsia (Voce). I due artisti renderanno indimenticabile uno spettacolo che promette di diventare l’Evento dell’anno.

La serata rivivrà gli Standard Americani di Frank Sinatra, Dean Martin, Louis Armstrong, Tony Bennett ed Ella Fitzgerald. Tutti assieme gli artisti in cartellone faranno rivivere i miti americani deglianni d’oro.

CURRICULUM VITAE ARTISTI ED ORCHESTRA

RICCARDO PIRRONE

Riccardo Pirrone è un artista messinese che si è distinto nel corso degli anni per l’impegno verso la musica e lo sport.

L’espressione vocale combinata a naturalezza e spiccata presenza scenica, ne fanno un apprezzato crooner dai toni confidenziali ed eleganti.

Arbitro di calcio dal 1981 ha avuto una brillante carriera culminata con la promozione in serie a nel 1998. Ha calcato tutti gli stadi più importanti d’italia e ha avuto molteplici esperienze all’estero. Conclusa la carriera sportiva nel 2001, istituisce il memorial “E. Pirrone” un evento di valenza nazionale che durerà 5 edizioni e, successivamente si dedicherà alla produzione e realizzazione di eventi musicali molto apprezzati da pubblico e critica.

Nel maggio del 2017 è stato impegnato come protagonista insieme ad Antonella Ruggiero dei Matia bazar e ad altri importanti artisti di caratura internazionale come il chitarrista Francesco Buzzurro e l’armonicista Giuseppe Milici nello spettacolo “omaggio a Domenico Modugno” con un grande successo di pubblico e critica al teatro Vittorio Emanuele.

LUCIA GARSIA

Lucia Garsia è docente di canto jazz presso la scuola popolare di musica della fondazione “The brass group” e al conservatorio di musica di stato “Vincenzo Bellini” di Palermo.

Nel 2009 ha inaugurato, con i solisti della scala diretti da Alberto Veronesi, il teatro Salvatore Cicero di Cefalù. Ha inoltre cantato con l’orchestra sinfonica “Vincenzo Bellini” diretta da Carmelo Caruso e la scorsa estate è stata protagonista a palazzo steri, sede del rettorato dell’università degli studi di Palermo, di un concerto jazz promosso dalla fondazione orchestra sinfonica siciliana.

Dal 2011 è docente di canto jazz al conservatorio di musica di stato “Vincenzo Bellini” di Palermo. Si è esibita nel 2018, davanti a circa duemila spettatori, alla “Svetlanov concert hall”, presso la “Moscow International House of Music”. Recentemente, al teatro di Verdura, ha interpretato le musiche di Burt Bacharach, accompagnata dall’orchestra sinfonica siciliana nel concerto di chiusura della rassegna estate al verdura 2012.

Nell’estate 2018 il talento di Lucia Garsia e l’esperienza dell’orchestra jazz siciliana, si sono unite per una serata spettacolare al teatro greco di Taormina dedicata alla musica di una grande artista: Whitney Houston.

GIUSEPPE MILICI

Il palermitano Giuseppe Milici ha studiato l’armonica cromatica con il maestro Willi Burger, armonia e tecnica dell’improvvisazione con il maestro Larry Nash e pianoforte con il maestro Salvatore Bonafede. Il suo talento emerge dalle sue prime collaborazioni con Enzo Randisi e proprio accanto al popolare vibrafonista, oltre che a musicisti del calibro di Romano Mussolini e Lino Patruno, Milici intraprende le prime esperienze professionali. Dal 1983 svolge l’attività di armonicista e compositore, lavorando per trasmissioni televisive nazionali quali: “Serata d’onore”, “Fantastico”, “Uno su cento”, “Il numero uno”, per tre edizioni del “festival di Sanremo”, “Un natale italiano”, “novecento”, “Taratatta” e i “i fatti vostri”. Entra a far parte dell’orchestra europea, diretta dal m° James Newton, con la quale si esibisce in un concerto trasmesso in diretta europea. Esegue le musiche del film “Il mago” con Anthony Quinn e successivamente quelle per le fiction “Avvocato Porta” con Gigi Proietti e “Tutti i sogni del mondo” con Serena autieri e per il cinema “Vaniglia e cioccolato” con Mariagrazia Cucinotta. E’ il compositore della colonna sonora del film “La terramadre” di Nello La marca presentato al festival del cinema di Berlino del 2008. Si esibisce svariate volte negli Stati Uniti (incluso il Blue note di New York). E poi in Olanda (Theater Carrè), Svizzera, Marocco, Australia, Inghilterra, Francia, Sud africa (Witz university great hall), Mozambico, Germania, Polonia ed Argentina. Suona in mondovisione con i “Dirotta su cuba” e si esibisce al fianco di artisti di fama internazionale quali Laura Fygi, Philip Catherine e Toots Thielemans. Realizza recentemente le musiche per i film: “Ninnarò” e “Miricanu”e partecipa, in qualità di solista, alle 7 puntate di “Novecento” condotte da Pippo Baudo, dove si esibisce tra gli altri anche con la cantante Amii Stewart. Lo stesso anno realizza il cd “Michael Jackson jazz tribute”. Recentemente è uscito il suo nuovo album dal titolo “The look of love”distribuito dalla Orma records e arrangiato da Papik e Fabrizio Foggia.

Domenico Riina

Direttore d’Orchestra, Compositore, Arrangiatore.

Definito dalla critica “uno dei più interessanti direttori d’orchestra della sua generazione” per la sua completa preparazione e le eccellenti qualità tecniche direttoriali, abbinate ad una naturale innata musicalità, per la sua grande versatilità musicale che abbraccia il mondo Sinfonico, Pop e Jazz.

Tra il 2009 e il 2010, ha collaborato, come assistente alla direzione dello stesso Renzetti, nella produzione di diverse opere e concerti, tra cui Rigoletto con i complessi artistici del Teatro dell’Opera di Roma. Ha diretto l’Orchestra Sinfonica Siciliana in un concerto interamente dedicato alle musiche di Rossini e Mozart. L’Orchestra Sinfonica Siciliana, nel settembre del 2012, gli commissiona gli arrangiamenti e le orchestrazioni del progetto artistico “Tribute to Burt Bacharach” programma prodotto e realizzato con L’OSS, L’Orchestra dei docenti del Conservatorio “V. zo Bellini” di Palermo e L’Orchestra Jazz Siciliana presso il Teatro di Verdura di Palermo, per il quale ne curerà anche la direzione musicale, riscuotendo notevole successo.

Socio fondatore dell’Orchestra Jazz Siciliana, ha svolto una notevole attività concertistica nella qualità di prima tromba e solista fino al 2009, che lo porta a collaborare con artisti rappresentativi della storia della musica afro-americana. Nel 2010 ha diretto il lavoro discografico “Three Drums Show” con Peter Erskine ed Alex Acuña scrivendo anche diversi arrangiamenti.

Tra le produzioni discografiche citiamo in particolare quella con l’Orchestra Made in Sicily che lo ha visto nella doppia veste di direttore d’orchestra e arrangiatore, lavoro discografico prodotto da “Alfredo Lo Faro produzioni” con la quale conquista il doppio disco di platino.

Diverse sono le sue partecipazioni in festival internazionali tra queste: Karlovy Vary Praga Czk International festival, Festival Jazz di Sanremo, Palermo di Scena, etc.

Molte sono le collaborazioni con la Rai e tra queste citiamo il “Concerto per l’Epifania 2016”, dove ha curato gli arrangiamenti orchestrali.

THE BRASS GROUP

ORCHESTRA JAZZ SICILIANA

Il Brass Group di Palermo è una delle maggiori realtà musicali nazionali. Ideato da Ignazio Garsia nel 1974 come gruppo di ottoni – da cui “The Brass Group” – è l’unico ente italiano di produzione di musica jazz e tra i più rari al mondo.

La sua orchestra jazz siciliana – al pari delle orchestre del Lincoln center di New york e della Bbc di londra – ha avuto i più grandi direttori d’orchestra.

Tra loro toshiko akijoshi, carla bley, francy boland, bob brookmeyer, billy childs, eumir deodato, peter erskine, gil evans, frank foster, paul jeffrey, john lewis, mel lewis, vince mendoza, bob mintzer, pete rugolo, bill russo, gunther schuller, martial solal, clark terry, bob wilber, ernie wilkins. e tra i solisti, patti austin, wayne bergeron, stefano bollani, lester bowie, natalie cole, rachel ferrell, paolo fresu, tony hadley, jane monheit, renèe olstead, john pizzarelli, dianne reeves, sam rivers, arturo sandoval, archie shepp, diane schuur, toots thielemans, carol welsman, phil woods.

In circa 3000 concerti, la fondazione ha ospitato i maggiori protagonisti della storia della musica afroamericana: dizzy gillespie, miles davis, art blakey, max roach, sun ra, ornette coleman, bill evans, michel petrucciani, dexter gordon, joe henderson, frank sinatra, pat metheny, sarah vaughan. per un’attività che in quasi quarant’anni ha reso palermo una delle capitali del jazz.