IL 42ENNE GIUSEPPE VIOLA: DETENUTO DI MESSINA MORTO IN CELLA, C’E’ UN’INCHIESTA

14 Dicembre 2018 Inchieste/Giudiziaria

I pm siracusani Dragonetti e Boni hanno aperto un’inchiesta sul decesso del detenuto messinese 42enne Giuseppe Viola, morto il 19 novembre scorso mentre era ristretto nel carcere di Noto. I magistrati hanno disposto l’esumazione del corpo e l’esecuzione dell’autopsia. A novembre i familiari del detenuto avevano presentato un esposto alla Procura di Siracusa attraverso il loro legale di fiducia, l’avvocato Salvatore Silvestro. Secondo quanto sostengono i familiari l’uomo sarebbe stato vittima di un ritardo nella prima visita di controllo e anche nei soccorsi, dopo essersi sentito male nella giornata del 19, mentre si trovava all’interno del carcere. Nell’esposto era stata richiesta tra l’altro ai magistrati siracusani l’acquisizione del diario clinico della casa circondariale e il registro d’intervento dei medici del 118, che sempre secondo i congiunti sarebbero stati allertati in ritardo.