I Carabinieri arrestano un giovane per aver danneggiato le telecamere del Comune di Merì

22 Dicembre 2018 Provincia

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Merì hanno arrestato, sottoponendolo
alla detenzione domiciliare, un 19enne del posto, in esecuzione di un ordine di
carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di
Messina – Ufficio Esecuzioni Penali, poiché è stato condannato, con sentenza definitiva,
alla pena di 6 mesi di reclusione per il reato di danneggiamento aggravato in concorso.
I militari della Stazione di Merì avevano deferito in stato di libertà il giovane, all’epoca dei
fatti minorenne, alla Procura della Repubblica per i Minorenni di Messina poiché avevano
raccolto elementi di prova in ordine alla sua responsabilità, in concorso con altri correi, nel
danneggiamento aggravato delle telecamere di video sorveglianza del Municipio del
Comune di Merì, commesso il 24 novembre 2015.
Il ragazzo, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria
abitazione, in regime di detenzione domiciliare.