MAFIA: ‘GOTHA 7’, PATTEGGIANO IN CINQUE. I DETTAGLI

15 Gennaio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Ci sono le prime cinque condanne per l’operazione Gotha 7, l’ultima tranche della maxi inchiesta della Dda su Cosa Nostra barcellonese. Ieri davanti al Giudice per le indagini preliminari Salvatore Mastroeni, hanno patteggiato la pena di 6 mesi e 700 euro di multa Agostino Campisi e Aurelio Micale, di 7 anni (e sei mila euro di multa) Antonino Merlino, ritenuto il killer del giornalista Beppe Alfano, di 8 anni, un mese e 10 giorni Angelo Porcino (e 11.853 euro di multa), di un anno Maurizio Trifirò (e 7.500 euro di multa). Si tratta di condanne “in continuazione” con le precedenti sentenze a carico degli imputati. Per l'accusa c'era il procuratore aggiunto Vito Di Giorgio.

Gotha 7 scattò a fine gennaio del 2017, 40 gli arresti (30 dei soggetti finiti in manette erano in libertà) dopo un'indagine congiunta dei Ros dei Carabinieri e della Squadra Mobile di Messina. Agli atti dell'indagine anche i rapporti tra insospettabili, o incensurati chiacchierati ma mai finiti in inchieste, e i mafiosi storici, e i retroscena dell’aggressione all’ex presidente dell’Aias Luigi La Rosa.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione