#VIDEO – MESSINA, INAUGURAZIONE ANNO GIUDIZIARIO: DE LUCIA, “NON GUARDEREMO IN FACCIA NESSUNO”

27 Gennaio 2019 Inchieste/Giudiziaria

[embed]https://www.facebook.com/stampalibera.it/videos/321839545339756/[/embed]

 

Il procuratore Maurizio de Lucia ieri è intervenuto a braccio. Ha detto tra l'altro che sono quattro gli ambiti più importanti seguiti dalla Procura. La prima emergenza è la presenza mafiosa sul territorio, "abbiamo attuato varie operazioni soprattutto contro lo spaccio di stupefacenti". La seconda è il contrasto al fenomeno della corruzione nel distretto, e "l'attenzione è alta nonostante strumenti non sempre adeguati. Stiamo valutando la legge anticorruzione o definita 'spazzacorrotti', anche se lascia qualche perplessità". Il terzo ambito d'impegno è la tutela dell'ambiente del territorio: "è importante un'opera di salvaguardia anche per le generazioni future. Attuiamo un monitoraggio attento - ha detto - pur con strumenti limitati e le infrastrutture come ponti o autostrade hanno la nostra massima attenzione". Il quarto aspetto è il problema delle risorse, che sono "necessarie per arrivare a raggiungere i nostri obiettivi". Sul Palagiustizia satellite ha affermato che "in un anno non è stata mossa una pietra. La realizzazione è interesse della città e del distretto. E' la prima fondamentale emergenza alla quale sono collegate tutte le altre. Lavoriamo in stanze che definirle così è una parola grossa". La chiosa: "Garantisco uno sforzo massiccio e un'azione che non guardi in faccia nessuno, come nel caso di due magistrati accusati e processati. Continueremo. a lavorare, e a non guardare in faccia nessuno, anche con poche risorse".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione