28 Gennaio 2019 Politica e Sindacato

MESSINA: GIUNTA, IL SINDACO DE LUCA RIMODULA DELEGHE ASSESSORI. RITORNA FERLISI E LA DELEGA ALLA POLIZIA MUNICIPALE VA ALLA MUSOLINO

Di Enrico Di Giacomo – Rimodulazione con integrazione di deleghe per l’amministrazione comunale. Il sindaco Cateno De Luca si alleggerisce di responsabilità, a soli sette mesi dalle elezioni, e aumenta le deleghe già assegnate agli assessori (a Dafne Musolino e al vice sindaco Mondello vanno quelle più importanti). De Luca si ‘libera’ di alcune deleghe pesanti, Rapporti con il Consiglio ComunaleRisorse Umane e Polizia Municipale (non a caso da oggi nuovamente guidata dal Generale Calogero Ferlisi, tornato a capo dei vigili urbani e reintegrato dopo uno duro scontro istituzionale con il primo cittadino che a fine agosto lo aveva allontanato, trasferendolo all’Avvocatura) e di altre meno importanti come quella sull’ipotetico Ponte sullo Stretto o quella sul Casino’ del Mediterraneo, ai Rapporti con le Istituzioni Religiose (a lui molto cara); ai Rapporti con l’Università; alla Sicurezza Urbana.

Pertanto sono state attribuiti al sindaco De Luca Finanze, Patrimonio, Partecipate e Programmazione economica; Rapporti con il Governo e le Istituzioni Regionali e Nazionali; al vice sindaco Mondello le Infrastrutture e Lavori Pubblici, l’Edilizia pubblica e privata, la Mobilità Urbana e extra Urbana; Pianificazione Urbana e Programmi Complessi; Risanamento, Beni Culturali e ambientali; Ponte sullo Stretto; Risorse idriche ed energetiche, rapporti con il consiglio, con i comitati civici e le circoscrizioni; all’assessore Dafne Musolino il contenzioso, le attività produttive e promozionali, le politiche del lavoro, i rifiuti e ambiente, politiche del mare e beni demaniali marittimi, risorse umane e Polizia Municipale, Sicurezza Urbana, Riorganizzazione Assetto amministrativo e dei servizi municipali; Casinò del Mediterraneo; all’assessore Scattareggia le attività sportive, le politiche giovanili, lo spettacolo e tempo libero, gli antichi mestieri e tradizioni popolari; all’assessore Carlotta Previti, le deleghe per i Servizi Informativi, il Piano Strategico, Smart City, Individazione fondi extra comunali, Pari opportunità, rapporti con le istituzioni europee, servizi informativi, rapporti con l’Università; all’assessore Massimiliano Minutoli, quelle per i Servizi al Cittadino Manutenzione beni e servizi, cimiteri, arredo urbano, Acquario e dimora per gli animali Protezione civile, sicurezza sui loghi del lavoro, pronto intervento, interventi igienico sanitari, volontariato; all’assessore, Roberto Vincenzo Trimarchi, le deleghe alla Toponomastica, alla Pubblica istruzione, Formazione, Cultura e infine all’assessore Alessandra Calafiore le deleghe alle politiche sociali, alla casa, agroalimentari, della salute il Baratto amministrativo, la Banca del Tempo, i rapporti con le istituzioni religiose.