Messina, gli affari del clan di Giostra in un singolo processo

7 Febbraio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Finora erano stati trattati separatamente, ma adesso il filone principale e quello secondario dell’inchiesta “Totem” confluiscono in un unico procedimento. Accolta la richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Messina, ragion per cui delle nuove leve del clan di Giostra e dei relatici lucrosi affari, scoperchiati dalla Squadra mobile, se ne occuperanno i giudici della prima sezione collegiale di Palazzo Piacentini.

Ieri, intanto, sono state rigettate le eccezioni di natura procedurale avanzate dai difensori degli imputati. Prossima udienza fissata per lunedì 1 aprile. Sono decine i soggetti coinvolti nella maxi-operazione della polizia: il primo troncone, quello più importante, è sfociato nella chiusura delle indagini preliminari per 24 persone e il successivo rinvio a giudizio per 22; il secondo, invece, con 50 avvisi di garanzia e il processo per 44.