I DETTAGLI – RUBY, LA SENTENZA D’APPELLO: ESTER FRAGATA CONDANNATAA 5 ANNI. ASSOLTO L’AVV. STURNIOLO

16 Aprile 2019 Inchieste/Giudiziaria

Erano quasi le 23.30 di ieri quando è stato letto il dispositivo con cui i giudici della Corte d’Appello (presidente Sicuro), hanno ridotto la condanna a Ester Fragata (5 anni), ma soprattutto hanno assolto da ogni accusa (‘perchè il fatto non sussiste’) l’avvocato Goffredo Sturniolo per il Caso Ruby. Verdetto quindi parzialmente rovesciato rispetto alle due condanne del primo grado inflitte nel luglio scorso, ovvero 7 anni alla Fragata e due anni a Sturniolo. Per la Fragata, assistita dagli avvocati Nino Favazzo e Antonio amata, i giudici hanno deciso la riduzione della pena. Per Sturniolo, difeso dagli avvocati Nicola Giacobbe e Tommaso Autru Ryolo, già i giudici di primo grado avevano ritenuto la violenza sessuale di cui era accusato come ipotesi minore, e lo avevano condannato a 2 anni di reclusione, con la sospensione della pena. La stessa Karima El Mahroug, più nota come Ruby rubacuori, durante il processo di primo grado a Messina aveva raccontato che dopo i suoi rifiuti, l’avvocato messinese non era andato oltre, modificando parzialmente le accuse iniziali.

Termina così la seconda tappa giudiziaria delle vicende risalenti al febbraio del 2009 e che precedettero di poco lo scandalo che coinvolse Silvio Berlusconi. Poco prima di essere “notata” da Emilio Fede in un concorso di bellezza nel messinese, infatti, Ruby viveva a Messina dove era stata affidata ad una casa famiglia, dopo le tante fughe dalla casa dei genitori a Letojanni. La ragazza, ancora minorenne, abbandonò presto anche la casa famiglia messinese, trovando accoglienza nel centro estetico Nail Art di Ester Fragata. Dal quale, dopo un periodo da massaggiatrice, andò via, secondo la Fragata, rubandole un bracciale. Fu rispondendo alle accuse di furto della titolare del centro che Karima raccontò agli agenti messinesi degli inviti della donna ad andare oltre il semplice massaggio con i clienti e degli episodi di violenza sessuale lieve dell’avvocato Sturniolo. Fragata era stata così rinviata a giudizio per induzione alla prostituzione minorile e Sturniolo per violenza sessuale.

Ruby, difesa a Messina dall’avvocato Alessandro Billè, aveva così raccontato ai giudici messinesi di primo grado cosa successe nel centro di bellezza: “Arrivavano questi uomini di sera, una volta che era finito l’orario di lavoro, e lei chiedeva di fare dei massaggi a questi uomini che erano un pochettino particolari – ha raccontato la ragazza durante la testimonianza -. Anche perché mi diceva di essere un po’ più gentile. Non lo ha mai detto chiaramente ma si intendeva. Si capiva benissimo quello che mi chiedeva: massaggi più spinti». A chiederglieli, ha raccontato lei, era Ester Fragata, titolare del centro. 

 

TUTTI LA STORIA NEGLI ARTICOLI IN ARCHIVIO

 

ECCO LA SENTENZA – MESSINA: Caso Ruby, condannati l’estetista Fragata (7 anni) e l’avv. Sturniolo (2 anni)

 

MESSINA: CASO RUBY, UNA NUOVA CONDANNA PER ESTER FRAGATA

 

"Caso Ruby": Sono stati rinviati a giudizio dal gup De Marco, Ester Fragata, titolare di un centro benessere di Messina, e l'avvocato Goffredo Sturniolo. Devono rispondere rispettivamente di induzione alla prostituzione e di tentata violenza sessuale sulla ragazza marocchina