Servizi antidroga. La Polizia di Stato arresta spacciatore di cocaina

19 Aprile 2019 Cronaca di Messina

Ieri la Squadra Mobile della Questura di Messina, nell’ambito di un servizio mirato al contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto Lucchesi Vincenzo, 31 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio, poiché colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti si erano recati presso il domicilio del giovane nella zona sud del capoluogo, al fine di eseguire una perquisizione volta alla ricerca della sostanza e provvedevano alla cinturazione della abitazione. Mentre alcuni operatori bussavano alla porta, due giovani si davano alla fuga da una finestra posta sul retro.

Il personale appostato provvedeva a bloccare i due soggetti. Si recuperava della sostanza stupefacente della quale si erano liberati durante la fuga e si procedeva anche al controllo della abitazione del Lucchesi ove si rinvenivano altre sostanze psicotrope. Erano così sequestrati grammi 80 di cocaina, pochi grammi di marijuana, una agenda ove erano appuntate cessioni e costi e 5000 euro in contanti provento dello spaccio.

La persona che aveva tentato la fuga con l’arrestato si rivelava un acquirente e pertanto veniva segnalato come assuntore alla Prefettura di Messina.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione