È morto il poeta messinese Mico della Boccetta

30 Aprile 2019 Culture

Mico della Boccetta, poeta messinese, ci ha lasciato. “La sua precisa descrizione di personaggi ed episodi della vita cittadina, che per anni trovò spazio sul “Soldo” prima e su “Centonove” poi, ci continuerà a spronare”. E’ il ricordo di Filippo Cavallaro e Michele Salvo.

Domenico Borgia, classe 1921, ci ha lasciato. “La sua dedizione alla famiglia. Il suo impegno sindacale alle dipendenze della ex Cassa di Risparmio V.  E., la militanza nella Cisl un esempio che forse per molti oggi sembra incomprensibile. Ci ha insegnato ad avere rispetto delle nostre radici scrivendo in rima baciata in lingua messinese. Ci ha insegnato a godere e difendere la libertà di pensiero, di opinione, di rispetto, di educazione. Ci ha insegnato la coerenza agli ideali di pace, di studio, di cultura, di bellezza”.

“Ci ha lasciato una eredità a tutti. Ha lasciato un invito, scritto il 27 giugno 1998, e mi fa bene pensare che a lui piacerebbe che ce lo ricordiamo”

Lilluzzu, lèggili libri e giurnàli:

va’, istruisciti, si no, animali tu resti

e a mmàtula pensi ‘i canciari’a Res Pubblica.

Nenti da fari… Non fari ‘u solitu cianciminèstra, non stari, immobili, alla finèstra…

Scegli e discrimina l’amici veri, e caccia, elimina, ‘i lapardèri…

Lillu, ruspigghiti si no, Missina, va, inesorabili, alla ruvina…