MESSINA: Ispezioni antimafia in un cantiere

9 Maggio 2019 Cronaca di Messina
Nell’ambito dei compiti istituzionali di monitoraggio delle imprese impegnate nella realizzazione di
opere pubbliche, il locale “Gruppo Interforze” – istituito presso l’Ufficio Territoriale del Governo di Messina, presieduto da un Viceprefetto e formato da Ufficiali e Funzionari della Direzione Investigativa Antimafia, della Questura e dei Comandi Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e del Corpo della Guardia di Finanza di Messina, coadiuvati dalla Direzione Territoriale del Lavoro e del Provveditorato OO.PP. – ha dato esecuzione ad un decreto in virtù del quale il Prefetto di Messin ha disposto l’accesso ispettivo presso un cantiere sito in Mistretta (ME). Il controllo – eseguito sotto il coordinamento del personale della Sezione Operativa DIA di Messina – ha riguardato i “Lavori di ammodernamento e sistemazione della – S.S. 117 CENTRALE SICULA LOTTO B4/A- Itinerario Nord-Sud S. Stefano di Camastra – Gela – del tratto compreso tra il km 25+000 ed il km 32+000 lotto B4/a””, rientranti in un appalto bandito dall’ANAS S.p.a. L’accesso al cantiere – effettuato in maniera tale da non ostacolare, per quanto possibile, la normale attività del cantiere stesso – ha la finalità di controllare l’impresa esecutrice dei lavori, i cui rapporti contrattuali di fornitura, nolo ed eventualmente subappalto, nonché le maestranze identificate ed i mezzi d’opera individuati, saranno oggetto di accertamenti e riscontri al fine di rilevare, nel contesto dell’ordinaria attività di prevenzione del “ Gruppo Interforze”, eventuali criticità.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione