MARINA MILITARE: IL CACCIATORPEDINIERE ANDREA DORIA IN SOSTA A MESSINA

10 Maggio 2019 Cronaca di Messina

Da sabato 11 a lunedì 13 maggio 2019, il cacciatorpediniere Andrea Doria sarà ormeggiato nel porto di Messina, al termine dell’esercitazione Mare Aperto 2019, che ha impegnato gli equipaggi di un consistente dispositivo aero-navale della Marina Militare e di Marine Alleate in un’attività addestrativa condotta dal Comando in Capo della Squadra Navale nel Mar Tirreno. Oltre 6300 gli uomini e donne impegnate nell’esercitazione.

Durante la sosta nave Doria sarà visitabile sabato 11 e domenica 12 maggio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Approfondimenti

Cacciatorpediniere Andrea Doria

È uno dei due cacciatorpediniere lanciamissili della classe Orizzonte, frutto di un programma di collaborazione con la Marina francese. L’unità è stata varata il 14 ottobre 2005 presso i cantieri navali di Riva Trigoso.

Con un equipaggio di 196 uomini e donne, una lunghezza di oltre 150 metri e un dislocamento a pieno carico superiore alle 7000 tonnellate, nave Doria è l’espressione di tecnologie di ultima generazione, impianti missilistici e di artiglieria all’avanguardia nonché un fiore all’occhiello dell’Industria nazionale. Oltre ad essere specificatamente progettata per la difesa aerea, la nave può svolgere ruoli di comando e controllo anche in situazioni di crisi ed emergenza umanitaria, potendo contare su numerosi apparati di comunicazione tradizionale e satellitare. La nave, inoltre, partecipa ad operazioni di presenza e sorveglianza marittima a tutela degli interessi nazionali.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione