MESSINA: “Riaprire al traffico piazza Cairoli”. La richiesta di Messina Incentro

13 Maggio 2019 Politica

Riaprire al traffico veicolare piazza Cairoli dal lunedì al venerdì e istituire l’area pedonale nei fine settimana. E’ quanto Messina Incentro chiede all’amministrazione comunale in una lettera già sottoscritta da una trentina di commercianti di piazza Cairoli e viale San Martino”.

Lo afferma Lino Amante Santoro, presidente dell’Associazione Messina Incentro.

Nei giorni scorsi ho incontrato personalmente il sindaco Cateno De Luca, al quale ho esposto lo stato di profonda crisi in cui versano diverse attività commerciali di piazza Cairoli, per via della chiusura della strada al traffico veicolare. Il danno subito dai commercianti della zona è notevole e adesso è giunto il tempo di scrivere la parola fine a quella che nelle intenzioni delle precedenti amministrazioni doveva essere un’isola pedonale, ma che in realtà si è trasformata in una strada chiusa. Vista l’apertura dell’amministrazione De Luca, che ringrazio, abbiamo deciso con altri associati di presentare un’istanza con il carattere dell’urgenza, al fine di avviare l’iter per la riapertura di piazza Cairoli. I commercianti si sobbarcheremo i costi per la collocazione delle barriere amovibili da posizionare ai varchi d’ingresso, cosicché da rendere pedonale l’area in occasione dei fine settimana, quindi dal venerdì pomeriggio alla domenica sera. Poi piazza aperta con parcheggi a pagamento ai margini della strada per la sosta breve. Mi auguro – conclude Santoro – che sul piano politico, mi riferisco ai consiglieri comunali, vi possa essere assoluta condivisione, perché gli operatori commerciali stanno subendo danni incalcolabili”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione