Ignazio Cutrò: ”La mia audizione in Commissione parlamentare antimafia non sia secretata”

14 Maggio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Sono iniziati ieri a Palazzo San Macuto, sede della Commissione Parlamentare Antimafia, i lavori, coordinati dalla deputata Piera Aiello, del Comitato X – Analisi dei programmi e dei procedimenti di protezione dei testimoni di giustizia e dei collaboratori di giustizia. Nel pomeriggio si sono tenute le prime audizioni dei testimoni di giustizia e tra queste quelle dell’imprenditore bivonese Ignazio Cutrò, il quale, durante il suo intervento, ha chiesto che la sua audizione “sia soggetta a pubblicazione nei resoconti stenografici parlamentari”. Cutrò ha poi specificato che “nel caso ciò non fosse stato possibile ho chiesto che la mia richiesta di pubblicazione sia sottoposta al parere dell’Ufficio di Presidenza Integrato della Commissione Parlamentare Antimafia presieduto da Nicola Morra”. “Voglio che la mia audizione sia resa pubblica, non secretata, – ha concluso il testimone di giustizia – affinché tutti possano leggere e capire il dramma vissuto dalla famiglia Cutrò. La famiglia Cutrò non ha niente da nascondere!”.