Migranti. Accoglienza e dialogo: convegno a Messina delle Caritas siciliane

15 Maggio 2019 Culture

La delegazione Caritas della Conferenza episcopale siciliana ha organizzato per il 16 e 17 maggio a Messina, presso l’Europa Palace Hotel, il convegno regionale “Accoglienza, dialogo, annuncio: appuntamento alle quercie di Mamre” , a cui parteciperanno tutte le Caritas diocesane della Sicilia.

“I migranti e il clima pesante che si respira forse diventano evangelicamente motivo di discernimento della storia, dell’agire di Dio che, anche nelle avversità – spiega la segreteria regionale della Caritas – ci sta dicendo e donando qualcosa. I migranti, ci stanno ridonando di essere Chiesa dalle genti. Non si tratta di calare dall’alto programmi assistenziali, ma di fare insieme un cammino che porti ad accogliere, proteggere, promuovere ed integrare”.

Giovedì 16 maggio nel pomeriggio, dopo i saluti e la preghiera iniziale di dell’arcivescovo di Messina Giovanni Accolla e Vescovo delegato per la Carità della Conferenza episcopale siciliana, ci sarà la riflessione biblica di don Carmelo Russo. A seguire una tavola rotonda sulle buone prassi sul tema dell’accoglienza nelle Caritas di Sicilia, moderata da don Antonino Basile direttore della Caritas diocesana di Messina.

Venerdì 17 maggio dopo la relazione di mons Rosario Gisana, vescovo di Piazza Armerina e vescovo delegato per la cooperazione missionaria tra le Chiese della Conferenza episcopale siciliana, i convegnisti saranno impegnati in gruppi di lavoro sul tema del convegno, la cui sintesi è affidata a Maurilio Assenza direttore della Caritas diocesana di Noto.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione