“L’Europa sociale e dei diritti che vogliamo”. Incontro a Messina con VERA PEGNA

16 Maggio 2019 Politica

VERA PEGNA sarà a Messina a Palazzo Zanca, salone delle Bandiere, il 17 maggio 2019 alle ore 17,30.

VERA PEGNA è una scrittrice cosmopolita, con un passato di lotta contro la mafia e di impegno antimperialista a fianco del popolo vietnamita e del popolo palestinese. 
Eletta consigliere comunale a Caccamo (PA) nel 1962, racconta quegli anni in “Tempo di lupi e di comunisti” (Il Saggiatore 2015), vicenda ripresa da Rai storia che ne ha fatto un documentario dal titolo “La compagna che sfidò la mafia”.
L’ultimo suo libro “Autobiografia del Novecento”, è uscito un anno fa. 
“Ho accettato di candidarmi con “La Sinistra”, nel collegio delle Isole, perchè considero le istituzioni europee un nostro bene comune che ci deve assicurare una buona vita, difendendo i diritti umani nostri e di chi ci chiede aiuto.  
La situazione attuale in Italia e in Europa è grave: i ricchi si arricchiscono, la classe media sta scomparendo, i poveri sono sempre più poveri e prevale un’angosciosa  insicurezza in termini di lavoro, sempre più precario e insufficiente, e di servizi pubblici sempre più degradati.  
Non si tratta di una calamità naturale ma della precisa responsabilità dei politici fedeli al sistema economico neoliberista che sfrutta, consuma, spreca, disprezza, discrimina, uccide pur di perseguire i propri scopi. 
I trattati europei ne sono l’espressione. 
Dunque è necessario rompere questa gabbia ponendo fine alle politiche di austerità che hanno aumentato le disuguaglianze sociali nei paesi della UE, nonché gli squilibri fra paesi dell‘Unione, e hanno fornito terreno fertile a chi fomenta la paura e l’odio, facendo risorgere nazionalismi, xenofobia, razzismo.  
 
Allora lanciamo un segnale forte che metta sotto accusa chi ci ha portato dove siamo e diamo il nostro voto a chi  indica una strada di giustizia sociale che porti a L’EUROPA CHE VOGLIAMO.
L’Europa che vogliamo costruire si fonda sulla democrazia reale e sulla nostra autodeterminazione, come popolo e come singoli cittadini; sulla giustizia sociale, ambientale e fiscale; sulla redistribuzione della ricchezza e del lavoro; sulla riconversione ambientale e sociale dell’economia; sul diritto al reddito e sui diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, sulla solidarietà contro le politiche securitarie e di respingimento dei migranti; sulla pace, il disarmo e la cooperazione internazionale.
 
Alle prossime elezioni, l’unica lista che si qualifica su tali obbiettivi è la nostra, LA SINISTRA, la quale fa parte del partito della Sinistra Europea e del gruppo del Parlamento europeo  GUE/NGL che ha fatto un ottimo lavoro nella scorsa legislatura.  
Per questo esorto tutte/i voi che condividete questa visione dell’Europa a votare LA SINISTRA , il voto davvero utile, anzi utilissimo.”
 
La militanza di VERA PEGNA – dalla lotta alla mafia di Caccamo nei primi anni sessanta, nel Comitato Vietnam, nella Federazione Umanista europea, nella Fondazione Basso, a fianco del movimento operaio, contro il sionismo e ogni apartheid, è stata ed è un esempio di impegno laico e civile sempre dalla parte dei più deboli, degli sfruttati, degli oppressi.
Per approfondire la conoscenza di Vera Pegna:

Quante storie St 2017/18 Vera Pegna – 15/05/2018
https://www.raiplay.it/…/Quante-storie-5894f4f0-b1e9-42d9-b… —

Vera Pegna una compagna che sfidò la mafia. Documentario Diario Civile
https://www.youtube.com/watch?v=t6CgpM7YPFU

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione