Il “giro del mondo” in 40 giorni di Cateno De Luca. Tra tour cosiddetti “istituzionali” e comizi De Luca da due mesi è dappertutto, fuorché a Palazzo Zanca

18 Maggio 2019 Politica

di Lucio D’Amico – L’interrogazione era stata già presentata nelle scorse settimane, ma volutamente senza alcun clamore mediatico. Ora il consigliere di Libera Me Alessandro Russo è intenzionato a riproporla, stavolta con tanto di comunicato ufficiale e richiesta di risposta entro i termini di legge da parte del sindaco. Al centro dell’atto ispettivo i rimborsi spese per le varie trasferte effettuate da Cateno De Luca e dai suoi assessori durante questo primo anno di mandato. I riflettori si accendono soprattutto sugli ultimi due mesi di frenetico via vai del sindaco, iniziati proprio con l’inaugurazione del comitato elettorale di Dafne Musolino e proseguiti tra tour definiti “istituzionali” nei Comuni della provincia, comizi in varie piazze e incontri in giro per la Sicilia. Un tourbillon di spostamenti destinato a continuare sicuramente fino al 26 maggio, giorno in cui si voterà per le Europee. Grazie alla pagina Fb “De Luca sindaco di Messina” si può ricostruire questo “viaggio del mondo in quaranta giorni” (in realtà di giorni ne sono trascorsi di più di 40…) che ha fatto diventare merce rara la presenza del sindaco a Palazzo Zanca. Il 30 marzo, dunque, l’inaugurazione del comitato elettorale di Dafne Musolino. Il 31 marzo «in giro per la Sicilia alla conquista del Ragusano»: tappe a Marina di Ragusa e Palagonia. 1 aprile: Alcara Li Fusi. 2 aprile: Rocca di Caprileone, Caprileone e Galati Mamertino. 3 aprile: San Salvatore di Fitalia, Naso, Sant’Agata di Militello. 4 aprile: Ficarra, Sinagra, Raccuja, Ucria. 5 aprile: Brolo, Piraino, Sant’Angelo di Brolo, San Piero Patti, Librizzi. 6 aprile: Villafranca, inaugurazione nuova trattoria Papa a Tripi con Dafne Musolino, foto al mercato Muricello in serata. 7 aprile: Cefalù e Milazzo. 8 aprile: Gioiosa Marea, Oliveri, Falcone, agriturismo Furnari. 9 aprile: Furnari, Montalbano, Basicò, scavi acheologici di Abakainon a Tripi, museo di Tripi e trattoria pub Italiano. 10 aprile: il giorno in cui De Luca annuncia l’autosospensione dalla carica di sindaco metropolitano, è a Merì, Barcellona, Castroreale, Rodì Milici. 11 aprile: Fondachelli Fantina, Novara di Sicilia, Mazzarrà S. Andrea, Terme Vigliatore. 12 aprile a Catania. 13 aprile: Siracusa, Barcellona, Tusa. 14 aprile partenza per la Sardegna. 15 aprile “missione speciale” a Cagliari. 16 aprile: Valdina, Roccavaldina, Torregrotta, Condrò, San Pier Niceto, Monforte San Giorgio, Santo Stefano Camastra. 17 aprile: “caffè in Sardegna”, poi a Roma. 18 aprile a Palermo. 19 aprile: Fiumedinisi, Alì Terme, Nizza di Sicilia, Alì, Itala, Roccalumera, Mandanici, Pagliara, Furci Siculo, Santa Teresa di Riva, Sant’Alessio. 20 aprile: Roccafiorita, Gallodoro, Letojanni, poi l’inaugurazione della quarta uscita dello svincolo Giostra e la visita al Centro Nemo. 24 aprile: Gualtieri Sicaminò, Pace del Mela, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, Milazzo, Spadafora, Venetico, Rometta (qui scoppia la polemica con il sindaco Merlino), comizio a piazza Cairoli. 25 aprile cerimonia Festa Liberazione, poi a Santa Domenica Vittoria, Brolo («A Brolo non c’è partita, grande sindaco Ricciardello», dice non portando poi fortuna alla sindaca uscente, non rieletta). 26 aprile: Savoca, Casalvecchio Siculo, Antillo, Limina, Mongiuffi Melia, Scaletta. 27 aprile: in partenza per un’altra “missione speciale”. 29 aprile: Catania, Saponara, Villafranca, in serata seduta del Consiglio comunale con l’assessore Falcone sul risanamento. 30 aprile: Graniti, Motta Camastra, Francavilla di Sicilia, Santa Domenica di Vittoria, Roccella Valdemone, Moio Alcantara, Malvagna, Giardini, Taormina, Castelmola, Gaggi. 1 maggio: il giorno della marcia dei sindaci. 2 maggio: partenza per Ragusa. Tour elettorale a Marina di Ragusa, Siracusa, Francofonte. 3 maggio: Caltanissetta, Agrigento. 4 maggio: Trapani, Marsala, Enna, Pergusa. 5 maggio: Palermo, Adrano e Giarre, in serata comizio a Barcellona. 6 maggio: comizio a Milazzo. 7 maggio: comizio a Patti, poi a Palermo. 8 maggio: comizio a Capo d’Orlando. 12 maggio: comizio a Santa Teresa. 14 maggio: incontri elettorali a Altolia, Molino, Giampilieri Superiore, Giampilieri Marina, Briga Marina, Briga Superioe, Santa Margherita, Santo Stefano Medio e focacciata finale a Santo Stefano Briga. 15 maggio: marcia dei sindaci a Palermo, poi Pezzolo, ili Marina, Mili San Pietro, Larderia Superiore e Inferiore, Tremestieri e focacciata finale a Mili San Marco. 16 maggio: Tipoldo, Galati Marina, Galati S. Anna, Galati S. Lucia, San Filippo Superiore, Santa Lucia sopra Contesse, Cep, Zafferia, Contesse, Minissale, rione Taormina, Pistunina, aperitivo finale al Villaggio Unrra. 17 maggio, cioè ieri, a Palermo e Trapani. 18 maggio, cioè oggi, tappe previste a Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Valguarnera Caropepe. E domani a Catania, Siracusa, Ragusa, Gela. fonte: Gazzetta del Sud