Messina, furto nella sede Cgil: scomparso l’archivio dei dati sensibili

7 Giugno 2019 Inchieste/Giudiziaria

Un episodio inquietante nella sezione provinciale della Cgil. Qualcuno ha fatto sparire tutto l’archivio contenente i dati sensibili di cui è (adesso era) in possesso il sindacato. Che sono in mani sconosciute, pronte a scavare nelle informazioni private di migliaia di persone.

Il furto è stato denunciato dal segretario generale della Cgil Messina Giovanni Mastroeni negli uffici della Digos della Questura.

In particolare, ignoti hanno portato via il “case” di un personal computer, componente che si trovava nella stanza numero 23, al primo piano dell’edificio di via Peculio Frumentario che ospita la Cgil. La stanza veniva utilizzata per l’attività svolta dall’ufficio stampa e dal dipartimento Organizzazione del sindacato, saltuariamente dall’Ufficio vertenze.