Arrestato a Fiumicino il magistrato Longo dopo la condanna definitiva patteggiata a Messina

4 Luglio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Arrestato all’aeroporto di Fiumicino il magistrato Giancarlo Longo, l’ex pm di Siracusa già condannato nel primo troncone del processo per il cosiddetto “sistema Amara” dal nome dell’avvocato siracusano al centro di un vasto sistema di corruttela al Consiglio di Stato, ma che ha portato anche all’apertura del filone d’inchiesta che vede indagato il pm di Roma Luca Palamara.

Longo e’ stato fermato dagli uomini della Guardia di finanza mentre stava per imbarcarsi su un aereo per Catania dopo che la Cassazione aveva reso definitiva la condanna a 5 anni patteggiata davanti al giudice di Messina.

Longo era uno dei magistrati sui quali l’avvocato Amara poteva contare per aprire procedimenti paralleli con i quali controllare o inquinare fascicoli d’inchiesta di altre procure italiane, ad esempio quelli sul caso Eni aperti a Milano, che gli interessavano per suoi clienti eccellenti. Ha confessato di aver ricevuto somme e regali e ha patteggiato la pena che ora dovra’  scontare in carcere.