A PIAZZA CAIROLI: Presidenzialismo, la proposta di legge di FdI: raccolta firme a Messina

7 Luglio 2019 Politica

Arrivare al Presidenzialismo attraverso una proposta di legge popolare, questo è il percorso che Fratelli d’Italia sta portando avanti in nome della democrazia che riteniamo vada rinforzata e non svilita come spesso accade con delegittimazioni che non di rado ci hanno costretti a rappresentanze imposte e non scelte dal popolo. Intendiamo passare da una democrazia interloquente a una democrazia decidente”, così il deputato siciliano di Fratelli d’Italia, Elvira Amata.

“L’architettura dello Stato e delle sue istituzioni va necessariamente riformata, modernizzata: è un’esigenza che sempre più forte si avverte. La sovranità popolare va riposta al centro del dibattito, proprio attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini che, troppo spesso, non si identificano nè sentono tutelati proprio da quelle istituzioni governative che sono chiamate a rappresentare il popolo italiano”, affermano gli avvocati Francesco Rizzo e Piero Adamo, Dirigenti nazionali del Movimento Nazionale per la Sovranità.

La proposta propugna una modifica della seconda parte della Costituzione, attribuendo un nuovo ruolo al capo dello Stato – con elezione diretta da parte dei cittadini -, il quale avrà il compito di dirigere la politica del Governo, presiederlo e revocare, laddove lo ritenga, i ministri”, chiarisce il coordinatore cittadino di FdI, Pasquale Currò.

La raccolta firme si svolgerà mercoledì 10 luglio, a partire dalle ore 18.00 a Piazza Cairoli, a Messina. Per sottoscrivere la proposta sarà necessario fornire i dati personali ed essere muniti di documento d’identità.

L’iniziativa è organizzata da Fratelli d’Italia, Movimento Nazionale per la Sovranità e Gioventù Nazionale.

Partecipano inoltre Silvano Arbuse, Giorgio Fleres e Gigi Vasi, già dirigenti de La Destra di Storace, Filippo Villari già dirigente del Movimento Nazionale Sovranista e Antonio Arena giornalista, già funzionario e capo ufficio stampa di AN al Parlamento Europeo, tutti facenti riferimento all’Associazione Città Plurale, i quali hanno aderito al progetto politico della Presidente Giorgia Meloni, entrando a far parte di Fratelli d’Italia.