Corrispondenza sparita alle Poste di Messina, rinviati a giudizio sei impiegati

21 Settembre 2019 Inchieste/Giudiziaria

Saranno processati sei impiegati delle Poste finiti nella clamorosa inchiesta sui disservizi postali. È quanto deciso dal gup Eugenio Fiorentino che ha rinviato a giudizio Angela Cingari, all’epoca dei fatti direttrice del Centro di smistamento postale di via Olimpia, Giuseppe Scarcella e Alfio Chiarenza capisquadra, Domenico Giacoppo, e due addetti alla consegna della corrispondenza, ovvero Marco Ciraolo e Carmela Perrone.

Il gup ha disposto il rinvio a giudizio al 19 ottobre 2020, davanti al tribunale della prima sezione penale. L’accusa contesta il mancato recapito dei plichi postali con la giustificazione che i destinatari non erano rintracciabili.